Subisce stupro due volte, 22enne violentata mentre acquista droga

Una giovane subisce uno stupro per due volte da parte della stessa persona, con la quale aveva inizialmente concordato la cessione di stupefacenti.

stupro Catanzaro
Doppio stupro a Catanzaro con vittima la stessa ragazza Foto dal web

Uno stupro è avvenuto a Catanzaro e ha avuto come vittima una giovane. La ragazza, 22 anni, ha sporto denuncia ai carabinieri di stanza nella caserma di Sellia Marina. E subito i militari hanno individuato il presunto responsabile. Si tratta di un 26enne originario del Marocco. Gli inquirenti chiamati a raccogliere tutti gli indirizzi del caso sono sicuri che le cose si siano svolte nel modo seguente.

Leggi anche –> Alberto Genovese, la ex: “Partecipavo ai rapporti a tre perché lo amavo”

La giovane che ha subito lo stupro avrebbe contattato l’immigrato per acquistare della droga. Il loro incontro, avvenuto sul lungomare al quartiere Lido della città calabrese, sarebbe però sfociato in una aggressione da parte di lui. Il nordafricano sarebbe riuscito ad appartarsi con la giovane, utilizzando come scusa la necessità di dovere condurre la trattativa per la cessione degli stupefacenti in una zona isolata. Ed in prossimità degli scogli sarebbe quindi avvenuta la violenza carnale.

Leggi anche –> Adescò e stuprò una bimba di 3 anni, la condanna è inaccettabile

Stupro, giovane violentata per due volte in pochissimo tempo

Subito dopo avere compiuto questi abusi, il marocchino avrebbe offerto un passaggio a casa alla 22enne. Ma invece l’ha portata in un’altra zona alla larga da occhi indiscreti, per sottoporla a nuove violenze. E lì l’ha abbandonata, scappando via. Il tutto è avvenuto di notte.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Hostess 23enne trovata morta: 11 uomini accusati di violenze carnali ed omicidio

Leggi anche –> Famoso collezionista di Puffi, era in realtà un pedofilo stupratore di bimbi malati

La ragazza ha chiesto aiuto suonando al primo campanello che le è capitato sotto mano. Da qui ecco l’intervento dei carabinieri, ai quali la vittima dello stupro ha raccontato tutto. I militari hanno infine individuato ed arrestato l’uomo. Nei confronti del quale ecco anche giungere una convalida della custodia cautelare in carcere.