Lapo Elkann, il dramma degli abusi subiti a 13 anni: cosa accadde

Lapo Elkann è senza dubbio uno degli imprenditori più noti d’Italia. L’uomo ha confidato di aver subito degli abusi durante l’adolescenza. 

Il rampollo di casa Agnelli è molto conosciuto per le sue bravate e per una vita all’insegna degli eccessi. Nella sua vita ha dovuto superare molte difficoltà tra cui gli abusi subiti in giovanissima età.

L’uomo si è raccontato a cuore aperto e ha parlato del dolore provato e di come quelle violenze l’abbiano portato verso l’autodistruzione. Scopriamo di più sulla vicenda.

Lapo Elkann: un passato di abusi che l’ ha divorato dentro

“In collegio, a 13 anni, sono stato abusato più volte e un fatto come questo i porta ad andare, a volte, verso l’autodistruzione, perché l’abusato si sente in colpa. E’ importante dirlo. Se non lo affronti con profondità questo dolore negli anni ti mangia, ti porta a vivere la vita con grandissima difficoltà”. Elkann, senza mezzi termini, rivela un’adolescenza tormentata.

Leggi anche -> Lapo Elkann, la morte sfiorata nel gravissimo incidente automobilistico

Le sue parole spiegano chiaramente il senso di colpa che spesso affligge le persone vittime di abusi. Un’autodistruzione che l’ha portato ad esser sui titoli dei principali giornali proprio a causa dei suoi eccessi. Con la Fondazione Laps, oggi, aiuta i ragazzi fragili. Il suo impegno nasce da un’infanzia difficile in cui faticava a farsi capire: “Non ho amato molto la mia infanzia. Sono stato un bambino dislessico, iperattivo, affetto da deficit dell’attenzione e siccome a scuola ero sempre indietro, volevo  dimostrare di essere più forte”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Ad oggi, sembra essere riuscito a superare il trauma e confida: “La mia sensibilità e la mia grande forza di volontà mi hanno aiutato. Non ho paura delle mie fragilità. Ho imparato ad accettare me stesso e a chiedere aiuto. C’è voluto del tempo ma oggi sto bene con chi sono”.

Leggi anche -> Lapo Elkann, eccesso di velocità in Ferrari: aveva della cocaina

Elkann non fa neanche segreto dei suoi problemi con le sostanze stupefacenti. “Per me l’uso di sostanze era un anestetizzante. Anestetizzavo un dolore che sentivo in me. Purtroppo ne ho pagato più volte le conseguenze…Io di male me ne sono fatto abbastanza da solo, d’ora in poi voglio altro”. parole forti di un uomo che ha saputo mettersi in gioco e affrontare le sue difficoltà della vita.