Rita Fiorenza, morta a 23 anni per un grave incidente domestico

Rita Fiorenza ha perso la vita poco prima di Natale. La 23enne è rimasta coinvolta in un brutto incidente domestico. 

La giovane era di Monastarace (RC) ed è deceduta dopo una lunga agonia in ospedale durata più di venti giorni. La ragazza era rimasta ustionata gravemente mentre stava accendendo il fuoco del camino di casa.

Il fatto è accaduto il 23 dicembre e ha subito visto il pronto  intervento degli operati del 118.

Rita Fiorenza: strappata alla vita a soli 23 anni

La 23enne è stata trasportata in elisoccorso al centro grandi ustioni di Catania. Le sue condizioni sono apparse subito molto gravi dato che era stata colpita dal ritorno di fiamma del camino. Durante la permanenza in ospedale le sue condizioni di salute erano apparse in via di miglioramento.

Leggi anche -> Linfoma di Hodgkin, che cos’è il tumore che ha avuto la figlia di Jovanotti

Sfortunatamente la giovane non ce l’ha fatta e si è spenta nel reparto di Terapia Intensiva dell’ospedale Cannizzaro di Catania. Il comune di Monasterace ha proclamato il lutto cittadino nella giornata dei suoi funerali.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

“La notizia che Rita no ce l’ha fatta ci lascia sgomenti insieme con tutta la nostra comunità. Ci stringiamo ai famigliari duramente colpi dalla gravissima e dolorosissima perdita esprimendo il nostro cordoglio. Sarà proclamato lutto cittadino nella giornata in cui si terranno i funerali”. Queste le parole scritte su Facebook da parte del comune.

Leggi anche -> Infermiera morta nel sonno a San Germano: Elisabeth aveva 39 anni

La notizia ha lasciato tutti a bocca aperta tanto che per lei era scattata una gara di solidarietà con una raccolta fondi che aveva visto la partecipazione di varie associazioni e commercianti locali, non solo a Monasterace ma anche nei comuni vicini. La giovane ragazza era molto conosciuta nel piccolo comune. Lì viveva con i suoi genitori e i tre fratelli. In base alle dichiarazioni dei quotidiani locali, avrebbe lavorato come cassiera in un supermercato.