Fabio Cannavaro, il Guangzhou lo lascia prigioniero in hotel nel Qatar

I rapporti si sono fatti complicati nel sodalizio Fabio Cannavaro Guangzhou Evergrande. E lo dimostra un controverso episodio avvenuto di recente.

Fabio Cannavaro Guangzhou
Fabio Cannavaro Guangzhou Foto dal web

Una spiacevole vicenda ha interessato Fabio Cannavaro ed i collaboratori del suo staff tecnico del Guangzhou Evergrande. L’ex difensore centrale di Napoli, Parma, Real Madrid e Juventus tra le altre, tra i protagonisti della vittoria dei Mondiali a Germania 2006 dell’Italia, da tempo ricopre la carica di allenatore proprio del Guangzhou. A dicembre però la compagine cinese ha subito una cocente eliminazione dalla Champions League asiatica.

Leggi anche –> Tatarusanu, offese da RaiSport nell’intervista: “Guarda che faccia” VIDEO

E questa delusione sportiva ha avuto degli strascichi importanti. La dirigenza non l’avrebbe affatto presa bene, al punto da bloccare Fabio Cannavaro ed i suoi collaboratori in albergo per ben 12 giorni. Tra questi figurano anche il fratello Paolo ed il dottor Enzo Castellacci, ex responsabile dello staff medico della Nazionale. Oltre alla uscita dalla prestigiosa competizione continentale, il 47enne Fabio sarebbe alle prese anche con una trattativa alquanto spinosa in merito a quella che è la sua situazione contrattuale. Lui ed il Guangzhou si troverebbero su delle posizioni molto distanti, se non proprio contrastanti.

Leggi anche –> Fabio Cannavaro chi è: età, carriera e vita privata dell’ex calciatore

Fabio Cannavaro, lui ed i suoi collaboratori sequestrati di fatto in Qatar

Ed anche a questo aspetto viene imputato l’inusitato e decisamente poco giustificabile comportamento dei dirigenti cinesi. I quali non sarebbero intervenuti per facilitare le cose e permettere a mister Cannavaro ed aiutanti di lasciare il Qatar per tornare in Cina. Il tutto è durato per ben 12 giorni e ha costretto l’ambasciata italiana ad intervenire ufficialmente.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> La Nazionale di calcio compie 110 anni: storia di un mito tra cadute e trionfi

Ma la vicenda, capitata un mese fa, non è finita qui. Infatti la FIFA e la AFC, rispettivamente il massimo organo calcistico mondiale e quello asiatico, sono intenzionati ad indagare su quanto di brutto successo. Non si escludono provvedimenti molto severi nei confronti del Guangzhou Evergrande.