Uomo morto, scopre di essere negativo poi la tragedia in ospedale

In Abruzzo un uomo morto a seguito della scoperta di un tampone finalmente negativo. Ricoverato da settimane, muore subito dopo.

uomo morto negativo
Un uomo morto a Giulianova dopo essere risultato negativo Foto dal web

La notizia relativa al tampone finalmente negativo aveva dato a lui ed alla sua famiglia la possibilità di potere fare un sospiro di sollievo. Eppure dopo poche ore ecco verificarsi il caso di un uomo morto a Giulianova, in provincia di Teramo. Lui si chiamava Samuele Verzilli ed aveva 61 anni. Si era ammalato per via del virus e le sue condizioni erano peggiorate gradualmente nel breve volgere di pochi giorni.

Leggi anche –> Contagi, arrivate in Italia le prime dosi del vaccino Moderna

Samuele era rimasto in ospedale da dicembre, per quasi un mese. Poi è giunto infine un miglioramento del quadro clinico. Era rimasto anche intubato. Infine ecco la negativizzazione. Ma tutto ciò si è rivelato essere una illusione, perché infatti è venuto a mancare pochissimo tempo dopo avere saputo di essere risultato negativo. L’uomo morto aveva avvisato i suoi parenti della cosa. Eppure era un individuo che mai aveva manifestato debolezze, malattie e patologie particolari.

Leggi anche –> Nuovo Dpcm, scatta dal 16 gennaio: Conte avvisa “terza ondata certa”

Uomo morto, la tragedia all’indomani di un tampone negativo

Inoltre si allenava con regolarità, praticando attività fisica da tempo. I parenti di Samuele sono increduli e non riescono a credere che lui non ci sia più. Uscito dalla terapia intensiva nella giornata di sabato 9 gennaio, domenica il 61enne aveva chiamato a casa per informare di non avere più il virus in circolazione all’interno del proprio organismo.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Vaccino Covid, Remuzzi: “L’Italia si sforzi a produrlo invece di comprarlo”

A distanza di altre 48 ore infine ecco avvenire la tragedia, con la drammatica notizia della sua improvvisa e prematura dipartita.