Viviana Parisi e Gioele, svolta nel caso: “I resti vanno riesaminati”

Il giallo della morte della dj Viviana Parisi e del figlio Gioele, svolta nel caso: “I resti vanno riesaminati”, lo chiedono i legali.

Viviana Parisi e il piccolo Gioele

C’è una svolta nel drammatico caso di Viviana Parisi e il piccolo Gioele Mondello. Come si ricorderà, i corpi della dj e del bambino scomparsi furono ritrovati privi di vita lo scorso agosto nei boschi di Caronia, in Sicilia. Adesso, i consulenti della famiglia delle due vittime hanno avanzato una richiesta.

Leggi anche–> Macerata: Sorana scomparsa a 15 anni, ore d’ansia per l’adolescente

Vogliono infatti che su quanto accaduto alla povera mamma e al figlioletto le indagini non si fermino e si provi a fare piena luce. Dunque, secondo quanto riportato da Chi l’ha visto? sui social, sui corpi di Viviana Parisi e del piccolo Gioele verranno fatti nuovi accertamenti per provare a capirne di più.

Leggi anche–> Viviana Parisi, parla il pm: “Ecco la verità sull’aggressione”

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Svolta a sorpresa nel giallo della morte di Viviana Parisi e Gioele

I resti di mamma e figlio, viene fatto sapere, saranno esaminati da nuovi consulenti tecnici nominati dalla famiglia. In queste ore, peraltro, proprio la procura di Patti ha accolto l’istanza degli avvocati Pietro Venuti e Claudio Mondello. Erano stati i legami dei familiari di mamma e figlio drammaticamente morti a chiedere di avere accesso a documenti e immagini dei consulenti del pm che riguardavano i resti della dj e del piccolo.

Come noto, il pm incaricato del caso della morte di mamma e figlio non crede assolutamente alla tesi dell’aggressione che i due avrebbero subito da parte di ignoti. Nei mesi scorsi, il Procuratore di Patti Angelo Cavallo aveva sottolineato che in questo drammatico caso, stando a quello che si sa finora, “non si può prescindere dal grave quadro psicologico in cui versava la donna”.