Nuovo Dpcm dal 16 gennaio: quali saranno le novità introdotte dal Governo

Nuovo Dpcm dal 16 gennaio: quali saranno le novità introdotte dal Governo. Nella giornata di lunedì è atteso il vertice tra Governo e Regioni. Il 13 gennaio il Ministro della Salute, Roberto Speranza, illustrerà la relazione in Parlamento.
Nuovo Dpcm

Stato d’emergenza, spostamento tra Regioni, palestre, piscine, musei, impianti sciistici. Quali saranno, su i temi fondamentali, le novità introdotte con il nuovo Dpcm a partire dal 16 di gennaio?

Nuovo Dpcm dal 16 gennaio: quali saranno le novità introdotte dal Governo?

Cosa cambierà per i cittadini italiani, a partire dal prossimo 16 di gennaio, per quanto riguarda limitazioni, divieti e spostamenti sul nostro territorio nazionale? Lo scopriremo probabilmente a partire da domani, subito dopo il vertice atteso tra Governo e Regioni.

Se vuoi conoscere tutte le notizie in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Covid, il governo pensa di prorogare lo stato d’emergenza fino a luglio

Tra i temi principali di questo nuovo Dpcm c’è la proroga dello stato di emergenza. Il Governo vorrebbe infatti prorogarlo fino al 30 di aprile, per poi valutare la situazione successivamente ai risultati della campagna vaccinale.
Per quanto riguarda gli spostamenti tra Regioni, rimarrà in vigore il divieto di spostamento tra Regioni rosse e arancioni ma potrebbe essere eliminato quello tra Regioni gialle.

Potrebbe interessarti anche –> Vaccino Covid, società paga per saltare la fila: “Pronti 110mila euro”

Leggi anche –> Vertice Governo-Regioni: Speranza propone la zona rossa nei weekend

Per le palestre dovrebbe essere mantenuto il divieto di apertura, anche se si sta valutando la possibile deroga per le lezioni individuali. Il 12 di gennaio è previsto l’incontro tra il Ministro Spadafora e il Cts, nel quale si definiranno probabilmente i dettagli. Chiusi rimarrebbero anche gli impianti sciistici, almeno nelle Regioni nelle quali si è stabilito di non riaprire le scuole. Nelle zone gialle potrebbero riaprire invece i musei.
Nuovo Dpcm