“Per 10 anni ho mangiato solo cibo da asporto”: com’è diventato, incredibile trasformazione

Joseph Ruthven, di Bradford (Inghilterra), per 10 anni ha mangiato solo ed esclusivamente cibo da asporto. Ma nel giro di 12 mesi è riuscito a perdere metà del suo peso. 

Joseph Ruthven era arrivato a vergognarsi così tanto delle dimensioni del suo corpo da aver paura di uscire di casa. Era imbarazzato alla sola idea di vedere i suoi amici e così se ne restava in casa, sempre seduto a mangiare per autoconsolarsi della sua infelicità, in un terribile circolo vizioso. Per 10 anni è andato avanti a cibo d’asporto e bibite gassate. Poi, superato il limite, ha deciso di dire basta.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Il nuovo rapporto di Joseph con il cibo

“Ero infelice perché ero grasso, ma ero grasso perché ero infelice. Era come il cane che si morde la coda” racconta Joseph da Bradford, nel West Yorkshire (Inghilterra). Negli ultimi dodici mesi ha però letteralmente decimato la sua sua dieta – da 7.000 calorie al giorno a 700 – e dimezzato il suo peso – da quasi due quintali a una novantina di kg-.

Leggi anche –> Vite al Limite, Tommy Johnson: la sua obesità è colpa della fidanzata? 

Leggi anche –> Coronavirus news | due terzi dei malati gravi in Gran Bretagna è obeso 

Leggi anche –> Troppo obeso per la Tac: l’odissea di un 45enne, poi il dramma 

All’inizio il suo aumento di peso è stato lento perché era “giovane e attivo”, ma ha iniziato a perdere il controllo quando, a 25 anni, ha ottenuto un lavoro in ufficio. Nonostante saltasse la colazione quasi tutti i giorni, l’account manager oggi 28enne mangiava da asporto (patatine, torte e gelati à gogo) e si scolava fino a dieci lattine di bibite gassate ogni giorno.

La svolta è arrivata quando ha deciso di rivolgersi a un consulente medico dello Spire Hospital di Leeds, che gli ha consigliato un bypass gastrico. Alla fine di ottobre 2019 si è sottoposto all’operazione che gli ha permesso di “smettere di odiare me stesso”. “Non mi sono mai sentito più felice” dice oggi. “La mia vita è cambiata in meglio”: mangia sano, va in palestra e a correre ogni settimana. “Spero che la mia storia sia di esempio a chi si trova nelle condizioni in cui mi trovavo io”, conclude.