Morto Massimo Carletti, il famoso costruttore era malato da un mese

E’ morto Massimo Carletti, il costruttore di Montesilvano era risultato positivo al Coronavirus un mese fa. Incredulità e rabbia per il suo addio.

La città di Montesilvano sta piangendo Massimo Carletti, che per anni è stato tra i principali costruttori. L’uomo aveva compiuto 77 anni da poco, lo scorso 10 dicembre.

Massimo Carletti è morto dopo aver contratto il Coronavirus un mese fa. Il virus non gli ha lasciato scampo e il costruttore è deceduto durante la giornata di ieri. I familiari hanno scelto di mantenere il massimo riserbo, ma la notizia della sua morte si è diffusa in città in poco tempo, dato che in molti lo conoscevano per la sua attività di imprenditore. A Montesilvano Massimo non aveva dato soltanto il lavoro però; l’uomo lascia la moglie e le figlie Luisa, Sabrina e Roberta.

Montesilvano piange Massimo Carletti, malato di Coronavirus

Massimo Carletti era un appassionato di sport, in particolare di pallacanestro, che ha sempre seguito da vicino. E’ stato uno dei protagonisti del basket dei tempi migliori a Montesilvano.

Leggi anche –> Morto a 25 anni di Coronavirus: “Inutili i tentativi di proteggersi”

In tanti hanno scelto di ricordarlo, come l’amico di sempre Guglielmo Di Febo, ex assessore comunale. “Che Dio lo accolga in cielo. Sono affranto, incredulo, emozionato. Mi manca la sua presenza. E’ andato via un amico che restituiva tranquillità col suo sorriso“, ha detto.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!

Era un uomo onesto, che ha accompagnato momenti significativi e felici della mia vita. Non ritroverò mai più i valori autentici che riusciva a darmi. Con lui ho combattuto molte avversità, ciao Massimo“, lo saluta l’amico Guglielmo Di Febo. Secondo l’uomo la perdita sarà sentita da tutti, dalla famiglia e dagli amici, che saranno inconsolabili. “Ciao fratello, tu sei presente e lo sarai sempre dentro le nostre vite“, conclude Di Febo.