Contagi oggi, la tetra previsione dello Spallanzani sulla pandemia

Il professor Ippolito dello ‘Spallanzani’ si esprime relativamente ai contagi oggi e fornisce una previsione su quanto durerà la pandemia.

contagi oggi Spallanzani
Giuseppe Ippolito Spallanzani contagi oggi Foto dal web

Il professor Giuseppe Ippolito, che ricopre il ruolo di direttore scientifico dell’ospedale ‘Lazzaro Spallanzani’, si esprime in merito ai contagi oggi ed alla pandemia. Anche al di là dello start dato in diversi paesi del mondo a quella che è la campagna di vaccinazione destinata a raggiungere proporzioni sempre più grandi con il passare delle settimane.

Leggi anche –> Deputato morto, ucciso dal virus a 41 anni: prima vittima tra i politici FOTO

Ippolito purtroppo non è molto ottimista. A suo avviso c’è motivo di credere che la pandemia si protrarrà “sicuramente per tutto il 2021 ed almeno fino al primo trimestre del 2022”. Una previsione che quindi indica il virus come costantemente presente nelle nostre vita per lo meno per quelli che saranno i prossimi 15 mesi. Un periodo più o meno lungo all’interno del quale non potremo tornare alla vita di prima. E che ci costringerà ancora a dovere evitare assembramenti, incontri ravvicinati ed a dovere utilizzare mascherine e gel igienizzanti. Oltre a dovere limitare al massimo la mobilità.

Leggi anche –> Medico negazionista, procurato allarme sul web: indagato

Contagi oggi, il virus circola con una velocità mai vista prima

Il professore Ippolito ha parlato a margine di un meeting online dal titolo ‘Piano dei vaccini anti Covid nel Lazio’. I dati raccolti lungo tutto il corso del 2020 indicano che il tasso di letalità del Coronavirus risulta essere di tre volte superiore rispetto alla normale influenza. Inoltre i ricoveri in terapia intensiva ammontano al doppio.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Morto a Palermo Felice Rispoli, il poliziotto era ricoverato a causa del Covid

“La malattia in questione attecchisce con una velocità inedita e che ha creato grossi problemi. Cosa che non ha reso affatto facile programmare e rendere operativi gli interventi del caso da parte delle istituzioni”. Conclude così Ippolito commentando i contagi oggi e lo stato attuale della pandemia. Serviranno ancora attenzione e responsabilità da parte di tutti.