Chi è Niccolò Pagani, il professore campione dell’Eredità: età, carriera e vita privata

Cosa sappiamo sulla vita privata di Niccolò Pagani, il professore delle scuole medie campione del game show L’Eredità.

Intuito, intelligenza e velocità: sono queste le caratteristiche che hanno contraddistinto Niccolò Pagani durante la sua partecipazione al game show di Rai 1 L’Eredità. Il professore ha dimostrato inoltre di essere un uomo di sani valori. La sua vita privata è super segreta, perché Pagani non ama condividere nulla di personale sui social: infatti ha solo un profilo Facebook, che aggiorna di rado. Tutto quello che sappiamo di lui, dunque, lo sappiamo dalle confessioni che lui stesso ha fatto!

Niccolò Pagani: carriera e vita privata

Niccolò è diventato famoso quando ha partecipato a L’Eredità nel novembre del 2019. In quell’occasione ha raccontato qualche dettaglio della sua vita, come chiede il programma: ha detto di essere un professore delle scuole medie, e infatti insegna italiano storia e geografia presso la scuola media dei Salesiani di San Benigno Canavese. Niccolò è dunque di origini piemontesi. Dopo essersi diplomato al liceo classico ha studiato all’Università di Torino, concludendo il suo percorso iniziando a lavorare come insegnante. Non sappiamo se Niccolò è fidanzato o addirittura sposato, perché lui non ne ha mai parlato durante la sua partecipazione al game show.

Potrebbe interessarti leggere anche —> Niccolò Pagani, scelta clamorosa: “Lascio L’Eredità”

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI!

Nonostante la riservatezza, a L’Eredità Niccolò è stato capace di conquistare il pubblico con la simpatica e l’innegabile intelligenza e bravura. La sua avventura in televisione si è conclusa in breve tempo, non perché sia stato eliminato ma perché il professore ha preso una decisione importante che ha comunicato al pubblico e a Flavio Insinna tramite una lettera: “Come professore sto tornando sulla strada maestra, quella prediletta perché in fondo il mio posto è là, tra i miei ragazzi: ogni mattina in prima linea nella missione quotidiana dell’educazione e dell’onestà”, ha scritto. Il campione ha ringraziato lo staff del programma e i suoi colleghi, che gli hanno permesso di vivere una bellissima avventura, dopodiché è tornato a scuola.