Bambina torna a camminare: è un vero miracolo di Natale

Una bambina è miracolosamente tornata a camminare nonostante le sue gravissime condizioni di salute. Scopriamo come ha fatto. 

La protagonista di questa vicenda è la piccola Amy Parr. A soli 15 mesi ha lasciato tutti a bocca aperta facendo i suoi primi passi.

I medici sono stupefatti e non riescono bene a spiegare l’accaduto. L’unica certezza è che la gioia per l’accaduto è indescrivibile.

Una bambina torna a camminare: pensavano non ce l’avrebbe fatta

Sembrava un natale come un altro, quando la piccola Amy ha lasciato tutti a bocca aperta. Stava guardando già da un po’ la carta colorata di un dolcetto che sua nonno stava tenendo in mano. E’ stato proprio in quel momento che la bambina si è alzata di scatto per andare verso il dolcetto. In quel momento l’emozione fu tanta, non solo perché erano i primi passi di Amy, ma soprattutto perché i dottori avevano detto che sarebbe stata paralizzata a vita.

Leggi anche -> Betty, morta bambina autistica: “Non riusciva a dirmi che stava male”

“Abbiamo festeggiato, applaudito e pianto. E’ stato il più bel regalo di Natale” ha detto sua madre. Amy non finisce di stupire: ad oggi ha nove anni e non sembra voler smettere di crescere. Ancora una volta i medici si sono sbagliati.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Amy e sua sorella Mia sono sfortunatamente affette dalla stessa patologia chiamata polineuropatia demielinizzante infiammatoria cronica. Questa va a intaccare le parti del sistema nervoso situate al di fuori del cervello e del midollo spinale. Questa malattia è molto rara ha colpito solo quattro persone nel mondo.

Leggi anche -> Bambina di 19 mesi muore dopo ore di agonia, la madre puliva le tracce

Le due bambine sono diventate protagoniste di un cartone animato per il Great Ormond Street Hospital proprio in occasione del Natale. Le immagini del cartone sembrano essere molto lontane dai momenti di grande dolore che ha dovuto vivere la famiglia. La coppia di genitori ha vissuto momenti di terrore in ospedale dato che pensavano che la piccola non ce l’avrebbe fatta. La piccola Amy è stata sottoposta a molto a diversi test e i genitori sono stati messi davanti allo scenario possibile: la bambina non sarebbe sopravvissuta per più di 12 mesi. Il Natale è un giorno ancora più speciale per questa famiglia non solo perché è il giorno in cui Amy ha mosso i suoi primi passi, ma anche perché è stato il momento in cui Mia è potuta tornare a casa dall’ospedale.