Pandoro avanzato, come riutilizzarlo: la ricetta segreta e molto golosa

A chi non è mai capitato di ritrovarsi in questo periodo con un pandoro di troppo? Ecco a voi una deliziosa ricetta per riutilizzarlo.

Capita a tutti durante il periodo natalizio di ritrovarsi con qualche pandoro avanzato, o addirittura ancora confezionato. Niente panico però, non dovrete stiparlo in dispensa in attesa del prossimo Natale per utilizzarlo! Ci ha pensato la Galbani a fornire una deliziosa ricetta segreta a base proprio di pandoro. Scopriamo dunque insieme come riciclare il tipico dolce natalizio senza bisogno di buttarlo via o dover aspettare il prossimo anno.

Leggi anche->Meteo Natale 2020: che tempo farà in Italia

Esistono tantissimi modi alternativi per riciclare il vostro pandoro, trasformandolo in un ingrediente base per tanti dolci golosi di cui non potrete più fare a meno. Al primo posto il classico tiramisù, seguito dallo zuccotto, dai muffin, da invitanti tartufi serviti come cake pops, e infine da crumble accompagnato dal gelato alla vaniglia. In seguito vi spiegheremo come realizzare le leccornie sopracitate, e rendere il vostro Natale ancora più dolce.

Leggi anche->Decreto Natale: le regole su viaggi e spostamenti

Tiramisù.                                                                                                                     Il vostro pandoro potrà essere utilizzato per realizzare un delizioso tiramisù, sia con la classica crema al mascarpone arricchita da una spruzzata di Brandy che con la golosa variante alla panna e ricotta. Per realizzare la ricetta vi serviranno 250g di pandoro a fette, 250g di mascarpone, 1 tazza di caffè amaro, 2 uova, 70g di zucchero a velo, 40g di cioccolato fondente, 50g di amaretti, e 2 cucchiai di Brandy. Per prima cosa è necessario preparare la crema. Separate dunque gli albumi dai tuorli e sbatteteli con lo zucchero fino ad ottenere una miscela chiara e spumosa. In seguito aggiungete il mascarpone ed il Brandy poco alla volta, e mescolate fino a che il composto non diventa omogeneo. In un’altra ciotola montate gli albumi insieme ad un pizzico di sale ed uniteli alla crema. Poi prendete una pirofila e cominciate a disporre le prime fette di pandoro sul fondo, creando uno strato unico. Bagnatele con il caffè, potete aiutarvi con un pennello in silicone, ed infine ricopritele con un abbondante strato di crema. Ricominciate poi daccapo, disponendo nuovamente le fette, bagnandole col caffè e ricoprendole con la crema; È necessario terminare con un ultimo strato di crema. Sbriciolate sopra gli amaretti e spargeteli lungo il bordo del dolce. Al centro invece arricchitelo con deliziose scaglie di cioccolato, disponendole lungo tutta la superficie. Prima di servirlo, è necessario conservarlo in frigo per almeno un paio d’ore.

Leggi anche->Dolci di Natale tradizionali, ricette: il pangiallo romano

Zuccotto.                                                                                                                      Il pandoro avanzato può essere utilizzato anche per realizzare un gustoso zuccotto. Per prepararlo vi serviranno 200g di pandoro, 400g di ricotta, 1 arancia non trattata, 100g di cioccolato fondente, 150ml di panna, e 100g di zucchero a velo. Innanzitutto preparate il ripieno dello zuccotto. Mettete la ricotta in frigo e lasciatela riposare in un colino per circa un’ora. Dopodiché prendetela e setacciatela. Aggiungete lo zucchero fino ad ottenere un composto unico. Tritate in seguito grossolanamente il cioccolato con un coltello ed aggiungetelo alla crema insieme alla buccia dell’arancia grattugiata. Coprite infine la ciotola e riponetela in frigo a riposare. Successivamente preparate lo stampo. Affettate il pandoro circolarmente e disponete la fetta, alta circa 2cm, sul fondo, e continuate così fino ad ottenere un rivestimento. Infine farcite il dolce con la crema preparata, aiutandovi con una spatola. Terminate con un’ultima fetta di pandoro circolare ed avvolgete il tutto con della pellicola. Lasciate riposare in frigo per almeno 2 ore. Trascorse le 2 ore, prendete il dolce e capovolgetelo su una gratella, prestando attenzione a non romperlo. Bagnate con del succo d’arancia la superficie e rimettete il tutto in frigorifero per almeno 30 minuti. Intanto preparate la copertura dello zuccotto. Sciogliete il cioccolato a bagnomaria ed aggiungete la panna liquida, mescolando il composto finché non risulta omogeneo. Versate il liquido ottenuto sul dolce e lasciatelo solidificare. Decorate il tutto con una spruzzata di zucchero a velo, ed eventualmente con della frutta brinata.

Leggi anche->Dolci di Natale: un viaggio in Polonia con i Piernik

Muffin.                                                                                                                        Con il pandoro avanzato si possono realizzare anche dei deliziosi muffin. Per prepararli vi serviranno 200g di pandoro, 50g di farina 00, 2 uova, 50ml di olio di semi, 120ml di latte, 1 bustina di lievito, 1 cucchiaino di cannella, 1 cucchiaio di gocce di cioccolato, e zucchero a velo per decorare. Iniziate tagliando a dadini il pandoro. Tostate i cubetti in forno alla temperatura di 200° per una decina di minuti. Una volta tolti dal forno lasciateli raffreddare, e in seguito frullateli fino ad ottenere un composto simile alla farina. In una ciotola intanto mescolate le uova ed il latte, aggiungendo in seguito l’olio, la cannella, e le gocce di cioccolato. Setacciate la farina ed il lievito ed aggiungeteli insieme alla polvere ottenuta dal pandoro tritato. Versate infine il composto nei classici pirottini e metteteli in forno per circa 20 minuti a 180°. Una volta pronti potrete decorarli con della crema o lo zucchero a velo.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Come riutilizzare il pandoro avanzato: tartufi e crumble

Tartufi.                                                                                                                        Per riciclare il vostro pandoro avanzato potrete realizzare dei gustosissimi tartufi. Per farlo vi serviranno 300g di pandoro, 100ml di panna, 100g di cacao amaro in polvere, e 1 arancia. Iniziate tagliando in maniera grossolana il pandoro e riducendolo in briciole con l’aiuto di un mixer. Spostatelo in una ciotola ed unite la buccia dell’arancia e la panna. Mescolate il tutto con le mani fino ad ottenere un impasto morbido. A questo punto iniziate a formare delle palline omogenee, possibilmente tutte della stessa dimensione, e fatele rotolare nel cacao setacciato. Successivamente posizionate i tartufi nei pirottini e passate al rivestimento. Per realizzarlo serviranno 50g di cioccolato fondente e 50ml di panna fresca. Fate sciogliere il cioccolato a bagnomaria ed aggiungete la panna, mescolando fino ad ottenere un composto omogeneo. Versatelo sulla punta dei tartufini ed infine decorate con granella di nocciole, scaglie di cioccolato, o mandorle e lasciate solidificare il tutto. Utilizzando i bastoncini ed infilandoli dentro ai tartufi potrete servirli come sfiziosi cake pops, ma dovrete lasciar riposare il tutto in frigo per almeno 5 ore, ricoprendo il dolce con della pellicola. Una volta terminato il tempo potrete rivestirli seguendo il procedimento sopracitato.

Crumble.                                                                                                                    Il vostro pandoro può essere utilizzato anche come ingrediente per realizzare un delizioso crumble. Vi serviranno 2 fette di pandoro, 1 limone, 100g di zucchero semolato, 30g di burro, 4 mele, 2 cucchiaini di cannella, 70g di zucchero a velo, e 150ml di panna. Innanzitutto tagliate a tocchi, il più regolari possibili, le mele, e disponeteli in una ciotola, spruzzandoli con del limone. Fate sciogliere 20g di burro in una padella antiaderente e rosolate i tocchetti di mela per circa 5 minuti. spolverate il tutto con la cannella e lo zucchero, mescolando il composto nella padella. Utilizzare il burro avanzato per ungere una pirofila, e versateci dentro il composto preparato in padella. Ricoprite il tutto con il pandoro affettato a dadini omogenei e preparatevi ad infornare. È necessario utilizzare il grill precedentemente riscaldato per circa 4/5 minuti, cuocendo fino a che il dolce non diventa dorato e croccante. Una volta levato dal forno, il vostro crumble avrà soltanto bisogno di una spruzzata di zucchero a velo e cannella e potrà essere servito con della panna o addirittura con del delizioso gelato alla vaniglia.