Mara Venier e l’addio a Domenica In: “Mi prende un colpo”

Mara Venier torna a parlare del suo addio a Domenica In. La donna sembra vacillare e potrebbe esserci aria di un cambiamento. 

La Venier è ormai diventata il volto del programma di Rai 1 e la sua assenza lascerebbe un vuoto incolmabile.

Il putiferio era cominciato già a inizio stagione quando la donna aveva parlato di questa sua decisione. Vediamo cosa è successo dopo.

Mara Venier e Domenica In, arrivano i ripensamenti

Da quando aveva dato l’annuncio, i gossip sul Web si erano scatenati. Tutti ipotizzavano il nome della potenziale sostituta, ma nessuno riusciva a trovare una soluzione che accontentasse tutti. Le opinioni erano unanimi solo nel dire che con l’abbandono della Venier, il format andrebbe rivoluzionato totalmente.

Leggi anche -> Domenica In, Mara Venier riprende Stefano De Martino: “Figlio di…”

Se tutti sono d’accordo che, senza “Zia Mara“, Domenica In non abbia senso di esistere, l’altro grande problema è che il suo abbandono avrebbe fatto colare a picco gli ascolti. Al panico dei fan si aggiungono anche i dubbi della Venier stessa.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

La donna ha rilasciato un’intervista in compagnia di Maria De Filippi per il settimanale Oggi. La “zia” di casa Rai non sembra più tanto decisa ad andarsene. “Se dovessi pensare che l’anno prossimo sto a casa sul divano a guardare la tv con Nicola, mi prende un colpo. Sono troppo abituata a lavorare”. Questa è stata l’ammissione che sta facendo pensare a una suo cambio di rotta.

Leggi anche -> Mara Venier, “innamorata” pazza di un 18enne: si chiama Giulio ed è bellissimo

La stessa Maria De Filippi sostiene che per la Venier sarebbe molto destabilizzante lasciare il suo amato programma. “Lei dice così, però dopo un po’ che sta col nipotino capisce che c’è anche altro, come è giusto che sia. Mara non deve smettere di fare Domenica In. Si diverte troppo”. Dopo tutte queste dichiarazione sembra ormai una certezza che ritroveremo “Zia Mara” al timone di Domenica In per il quarto anno consecutivo.