Ricky Tognazzi, la famosa lite al Processo con Maurizio Mosca: “Drogato”

Il celebre diverbio Ricky Tognazzi Maurizio Mosca resta nell’immaginario collettivo di tanti fra noi. Cosa successe al ‘Processo del Lunedì’.

Ricky Tognazzi Maurizio Mosca lite
Ricky Tognazzi Maurizio Mosca lite Foto dal web

Correvano i primi anni ’90 quando emerse un caso di doping nel calcio. Protagonista fu Claudio Caniggia, attaccante argentino all’epoca in forza alla Roma e che risultò positivo per uso di cocaina.

Leggi anche –> Enrico Varriale chi è: foto, vita e carriera del giornalista

Il tutto avvenne dopo una partita contro il Napoli del 21 marzo 1993. E della vicenda se ne parlò al famoso ‘Processo del Lunedì’, la trasmissione di dibattito sportivo da lui ideata nel 1980 per la Rai e condotta poi ininterrottamente dal 1983 al giugno 1993. Nel corso della puntata in cui venne trattato l’affaire Caniggia, Ricky Tognazzi, presente come opinionista, si chiedeva per quale motivo una problematica di natura privata e personale rientrasse nell’ambito della giustizia sportiva. Era presente anche Maurizio Mosca, che si scagliò pesantemente contro Tognazzi e contro il mondo dello spettacolo in generale. Ovviamente non mancò una altrettanto piccata replica.

Leggi anche –> Ronaldinho, la madre lotta per la vita: ha il Covid – FOTO

Ricky Tognazzi Maurizio Mosca, la lite che divertì tutti

Ne sorse una delle più famose liti della televisione italiana, che in maniera anche del tutto inevitabile, ha poi ricevuto ulteriore visibilità grazie alla intelligente e dissacrante ironia operata su questo scontro Ricky Tognazzi Maurizio Mosca da parte della Gialappa’s Band. Il compianto Mosca spesso abbandonava la propria indole bonaria ed un pò stralunata quando si sentiva attaccato per questo o quel motivo.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Rafael Leao, il suo gol lampo andava annullato: il motivo – VIDEO

E partiva con le sue celebri e spesso comiche filippiche. Famoso è anche l’episodio nel quale annunciava l’arrivo dei carabinieri a casa di un telespettatore ‘insubordinato’, con il quale ebbe da ridire per via telefonica nel corso di una sua trasmissione. Momenti, questi, che se rapportati a ciò che succede oggi nella televisione italiana, fanno veramente rimpiangere quei tempi.