Piero Angela compie 92 anni, la straordinaria vita del giornalista

Piero Angela, storico giornalista e divulgatore scientifico della Rai dallo stile inconfondibile, a 92 anni continua a sviluppare idee e progetti per il futuro: quel che si dice un uomo eccezionale. 

Piero Angela, 92 anni domani 22 dicembre, ha alle spalle decine di trasmissioni tv di successo e qualcosa come 38 libri e una collezione di lauree, oltre a essere un jazzista appassionato, ma non ha perso il gusto di imparare, raccontare, incuriosire e far crescere generazioni di spettatori. Il suo segreto? Non accontentarsi mai.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’incredibile carriera di Piero Angela

“Se mi guardo indietro, posso dire che ho fatto tutto quello che c’era da fare. Mi riconosco un unico merito: non ho mai perso i treni” ha detto di recente Piero Angela. “Ogni volta che c’era una sfida, stimolato dalla curiosità mi sono messo a studiare, anche di notte, per cercare di capire. La più bella soddisfazione? Il piacere della scoperta”.

Nella sua lunghissima e brillante carriera Piero Angela si è divertito a “surfare” tra i globuli rossi ingranditi in 3D, guidare il suo pubblico tra i segreti del cosmo, addirittura apparire sotto forma di ologramma a un dibattito all’ultima edizione del Tempo delle donne. E ha scelto il rapporto tra scienza e storia come filo conduttore per l’inaugurazione della nuova stagione di “Domenica Con”, in onda su Rai Storia.

Leggi anche –> Chi è Piero Angela: età, moglie, vita privata e carriera del giornalista

Leggi anche –> Piero Angela confessa: “Non ho mai detto ti amo a mia moglie Margherita”

Leggi anche –> Piero Angela si confessa: “Devo tutto a mia moglie”

Il patriarca della divulgazione si è poi soffermato sul rapporto tra scienza e storia. “La storia è piena di spunti e di insegnamenti”, sottolinea Piero Angela. “Abbiamo centrato il discorso sulla scienza, che del resto alla storia è strettamente correlata: l’una cambia l’altra, continuamente”. E nessuno può dirlo meglio di lui.

La cosa di cui va più orgoglioso? “Non è una, ma l’insieme delle cose che ho fatto – risponde Piero Angela -. Io sono semplicemente un giornalista, lavoro in Rai dal 1952, ho battuto tutti i record”. “Non bisogna essere mai soddisfatti – conclude -. Per quanto riguarda il mio futuro, quello immediato è il mio compleanno, festeggerò con mia moglie. Noi novantenni col virus siamo i più a rischio, si sa. Sto molto a casa, seguo le regole…”.

Il pianoforte, rivela ancora Angela, “è la tastiera che preferisco”. E “mi sto allenando per un disco, che probabilmente non farò mai perché sono troppo autocritico. L’unica mia registrazione è del 1953 quando ero molto bravo, anche oggi riascoltandola… Sarà il primo pezzo che metterò nel disco”. I suoi “fedelissimi” già scalpitano.