Christina Morris: il caso della giovane donna trovata morta dopo anni

Cold case, chi era Christina Morris: il caso della giovane donna trovata morta dopo anni, chi l’ha uccisa e perché.

(screenshot video)

Scomparsa nel 2014, i resti della donna di Fort Worth che rispondeva al nome di Christina Morris vennero trovati a marzo 2018 in una zona boscosa di Anna, in Texas. I resti umani “sono stati trovati mentre gli escavatori e gli addetti alle costruzioni stavano lavorando per ripulire quest’area da alcuni cespugli”, ha fatto sapere la polizia.

Potrebbe interessarti leggere anche —> Vaccino, al via il 27 dicembre: il piano Aifa, quanto tempo occorre

Nel corso di una conferenza stampa, il tenente Nick Bristow dell’ufficio dello sceriffo della contea di Collin ha detto che l’area era stata precedentemente perquisita in relazione al caso di Christina Morris. Non è stato comunque possibile stabilire subito l’identità dei resti. Infatti, il cadavere era in evidente stato di decomposizione.

Potrebbe interessarti leggere anche —> Vaccino Coronavirus, arriva lo storico ok dell’EMA: si può partire

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI!

Il giallo della scomparsa di Christina Morris

Solo qualche giorno dopo, il capo del dipartimento di polizia di Plano Gregory Rushin ha confermato che i resti erano quelli di Christina. La donna trovata morta a quattro anni dalla scomparsa, che aveva 23 anni, è stata vista l’ultima volta nelle prime ore del mattino del 30 agosto 2014. Le telecamere di sorveglianza in un centro commerciale a Plano, in Texas, la mostrano mentre cammina in un garage con il conoscente Enrique Arochi. L’uomo ha detto agli investigatori che lui e Christina sono entrati insieme nel parcheggio, ma poi si sono separati. Quella, ha detto, è stata l’ultima volta che l’ha vista.

Nel dicembre 2014, la polizia di Plano lo ha arrestato in relazione alla scomparsa di Christina. Alla fine, nel settembre 2016, una giuria ha dichiarato Arochi colpevole del rapimento aggravato di Christina Morris. È stato condannato all’ergastolo e potrà beneficiare della libertà condizionale nel 2046. Non ha mai confessato quel terribile omicidio commesso e né ha mai collaborato alle indagini. Al caso della donna scomparsa a Plano sono stati dedicati diversi speciali televisivi.