Nuovo Dpcm Natale, cosa si può fare in zona rossa e arancione

Decise le norme contenute nel nuovo Dpcm di Natale, ecco cosa si potrà fare nella zona rossa e nella zona arancione.

Si è concluso il Consiglio dei Ministri delle 18.00 e sono emersi anche i contenuti del Dpcm di Natale, il secondo in poche settimane, che contiene ulteriori restrizioni per tutti i cittadini. Già da inizio settimana si è capito che il governo avrebbe aggiunto ulteriori divieti a quelli già contenuti nel primo Dpcm del mese e già da ieri si sa che l’ipotesi più probabile era quello di istituire una zona rossa nei giorni di festa.

La decisione dei ministri non si è discostata dall’ipotesi, visto che il governo ha deciso di istituire un lockdown nei giorni festivi e prefestivi: dal 24 al 27 dicembre, dal 31 dicembre al 3 gennaio e il 5 ed il 6 gennaio l’Italia sarà tutta in zona rossa. Nei restanti giorni, 28, 29 e 30 dicembre ed il 4 gennaio. Ma cosa significa? Cosa si potrà fare nella zona rossa e cosa nella zona arancione?

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Dpcm Natale: cosa possiamo fare in zona rossa e cosa in zona arancione

Nei giorni in cui saremo in zona rossa non sarà possibile effettuare spostamenti nemmeno all’interno dei Comuni, se non per ragioni di comprovata esigenza lavorativa o di salute. Ci saranno però delle deroghe: un massimo di due conviventi potranno fare visita in una casa privata, nel computo delle due persone non sono considerati gli under 14, i disabili o i non autosufficienti. Per quanto riguarda il pranzo di Natale in famiglia, dunque, fino a due persone conviventi possono andare a trovare i parenti. Una famiglia di 4 persone con figli sotto i 14 anni può spostarsi e andare a casa dai nonni, ma non potrà farlo al completo se i figli superano la soglia consentita.

Leggi anche ->Conte Conferenza stampa diretta: regole di Natale – VIDEO

Nei giorni rossi saranno chiusi tutti i bar ed i ristoranti. Rimarranno chiusi anche i negozi, compresi i centri estetici, tranne supermercati, farmacie, tabaccai, alimentari ed edicole. Per quanto riguarda l’attività motoria, sarà permessa solo quella in solitario in prossimità delle abitazioni, continueranno a rimanere chiuse palestre e piscine. Chiusi anche i musei ed i centri culturali, i cinema ed i teatri.

Leggi anche ->Dpcm Natale, centri commerciali penalizzati: “Aperti solo 17 giorni su 37”

Zona Arancione

Nei giorni in cui saremo in zona arancione saranno permessi gli spostamenti all’interno dei Comuni senza necessità di autocertificazione. Si potrà uscire dai Comuni per comprovate esigenze lavorative e salutari e, da quelli con un massimo di 5mila abitanti, anche per fare la spesa e altre attività. Rimarranno chiusi i bar e ristoranti (con la possibilità di fare consegne a domicilio e asporto fino alle 22), le palestre e i centri sportivi, i cinema e i teatri. Saranno aperti tutti i negozi fino alle ore 21.