Cyberpunk 2077, Sony lo toglie dallo store e rimborsa gli utenti

Decisione clamorosa quanto emblematica quella presa da Sony, che ha tagliato Cyberpunk 2077 dal Playstation Store dopo le proteste.

Cyberpunk 2077 rimborsi Sony
Sony toglie Cyberpunk 2077 dal proprio store e rimborsa gli utenti Foto dal web

Il videogioco Cyberpunk 2077 fa discutere, e non in bene. La produzione targata CD Project Red è uscita in tutti i negozi lo scorso 10 dicembre 2020, ma dopo appena una settimana non risulta più disponibile sul Playstation Store. La scelta è giunta da Sony in persona, che ha garantito anche i rimborsi completi ai propri utenti dopo le roventi polemiche relative al gioco.

Leggi anche –> Playstation 5, Gran Turismo 7 non è in esclusiva per la console next gen?

CD Project Red stessa si è scusata per avere messo a disposizione un prodotto incompleto e non adeguatamente rifinito, che ha lasciato l’amaro in bocca a tantissimi. Stiamo parlando di un prodotto annunciato nell’ormai lontano 2012 e che ha richiesto 8 anni di sviluppo anche travagliato. Ma nonostante tutto questo tempo, i difetti che hanno accompagnato Cyberpunk 2077 all’uscita purtroppo abbondano. Ci sono problemi molto gravi, che riguardano l’intelligenza artificiale estremamente deficitaria dei nemici oltre alla presenza di svariati bug. Tutti fattori negativi che colpiscono qualunque versione di questo videogioco, uscito per pc, console e piattaforme streaming. Al netto di alcuni aspetti meritevoli di elogio, come la grafica, la caratterizzazione dei personaggi e del mondo di gioco e la colonna sonora, purtroppo però quel che non va prende il sopravvento.

Leggi anche –> Uccide il figlio di 2 mesi mentre gioca alla Playstation: l’atroce confessione

Cyberpunk 2077, una delusione enorme

E fa di Cyberpunk 2077 un’opera visibilmente monca, che avrebbe dovuto richiedere almeno un altro anno, se non più, di lavoro. Il videogioco in questione gira in maniera estremamente insoddisfacente sulle versioni base di Playstation 4 e X-Box One. Una cosa della quale gli utenti non erano stati informati. Ed anche sulle iterazioni più performanti delle suddette console (Ps4Pro, X-Box One S e One X) la situazione non migliora di molto, con continui crash e freeze. Sony ha preso atto delle lamentele giunte dai propri utenti da tutto il mondo e ha quindi tolto il videogioco dal proprio store virtuale. Sarà possibile chiedere un rimborso sui propri canali ufficiali. Previsto inizialmente per aprile 2020, Cyberpunk era stato spostato più volte, prima a settembre, poi a novembre ed infine a dicembre. Grosse polemiche erano sorte anche sul crunch al quale erano stati costretti gli sviluppatori. Il crunch è la pratica di sottoporre i lavoratori a turni estenuanti anche di 15 ore al giorno, festivi inclusi.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Cyberpunk, il gioco di CD Project prometteva di essere rivoluzionario

CD Project lavora per migliorare la situazione

Dallo studio polacco CD Project Red era giunta la spiegazione riguardo alla necessità di dovere rifinire il gioco. Senza contare che comunque la pandemia che ha contraddistinto il 2020 ha creato ulteriori problemi e rallentamenti. Gli sviluppatori hanno ammesso le proprie colpe, scusandosi con gli utenti e promettendo l’uscita di due corpose patch, previste rispettivamente a gennaio e febbraio 2021. Già ne è uscita una, versione 1.04, una settimana fa, giusto qualche giorno dopo l’uscita. Ne è attesa una entro qualche giorno. Poi ci saranno questi altri due fix molto più grandi che dovrebbero contribuire a limare i grossi difetti riscontrati. Si spera di avere un prodotto quantomeno soddisfacente per l’inizio del nuovo anno. In modo tale che Sony possa rimetterlo in vendita sul proprio store.