Al Bano rivela il presagio funesto che annunciò la morte di Ylenia

Al Bano rivela il presagio funesto che annunciò la morte di Ylenia. Un fatto inspiegabile che lo ha colpito e al quale ha fatto seguito poche ore dopo la notizia della scomparsa della figlia. 

al bano

Al Bano non torna mai volentieri a parlare della figlia Ylenia. La ferita per la sua scomparsa nel nulla è troppo grande, profonda e mai ricucita per permettergli di parlarne con serenità. Come emerge dalle colonne del Settimanale Nuovo in edicola oggi il cantante ha però svelato un retroscena a dir poco inquietante sugli attimi appena precedenti alla tragedia.

Il cantante di Cellino San Marco ha spiegato di come, nonostante la forte fede cattolica, sia anche superstizioso e creda ad alcuni segnali rivelatori. Questo proprio per ciò che accadde poche ore prima la notizia della scomparsa della figlia che si trovava a New Orleans.

Al Bano, quel presagio inquietante che annunciò la scomparsa di Ylenia

Il cantante di Cellino San Marco ha spiegato che proprio pochi giorni prima della scomparsa della figlia nel 1993 aveva notato nel giardino di casa alcuni gatti neri mai apparsi prima. Ma soprattutto ciò che più lo aveva colpito e inquietato era stato l’incendio improvviso e immotivato del presepe allestito nell’abitazione per quel Natale.

Leggi anche –> Al Bano gela tutti con la sua confessione: “Sto aspettando la data di morte”

Quei segnali lo inquietarono molto, aveva capito che erano il segnale di qualcosa di brutto. Poche ore dopo arrivò la chiamata da New Orleans e la notizia della scomparsa della figlia. Un mistero che ancora oggi rimane totalmente irrisolto.