Vaccino Covid “obbligatorio per medici e infermieri, si a lockdown a Natale”

Walter Ricciardi auspica vaccino Covid obbligatorio per chi lavora in ospedali e strutture sanitarie e spiega perché si al lockdown a Natale.

vaccino Covid obbligatorio
Il vaccino Covid obbligatorio per medici ed infermieri FOTO Getty Images

Il vaccino Covid andrà fatto da tutti gli operatori del settore medico e sanitario, come precisato da Walter Ricciardi. Il consulente del Ministero della Salute, nel corso di un suo intervento alla trasmissione ‘Agorà’ su Rai 3 riferisce che tale azione servirà a proteggere “sé stessi e gli altri. E se non lo faranno loro, allora sono per l’istituzione di una qualche forma di obbligatorietà”.

Leggi anche –> Virus, scoperta che allarma gli scienziati: “C’è una nuova variante”

L’idea di Ricciardi è chiara e giustificata dal fatto che ci troviamo in una situazione di emergenza, che differisce del tutto da quella che è la consuetudine. Per quanto riguarda invece la vaccinazione antinfluenzale, la risposta è buona. “Pure qui abbiamo istituito l’obbligo a farla in alcune regioni, ottenendo oltre il 70% di riscontro. Basta scegliere una giusta campagna di promozione per avere una altrettanta efficace prevenzione”. Ricciardi poi ribadisce che gli operatori sanitari, che stanno a stretto contatto con tantissimi pazienti e colleghi ogni giorno, dovrebbero in ogni caso sottoporsi a vaccino Covid quando sarà. Il Governo stima di ricevere le prime dosi molto presto. Già a metà gennaio toccherà alla Lombardia avere le unità iniziali.

Leggi anche –> Bollettino 14 dicembre: quasi 500 morti, scendono i positivi

Vaccino Covid, a fine dicembre l’arrivo in Euroa: “Intanto lockdown inevitabile”

Per quanto riguarda l’adozione di eventuali misure restrittive, tale scelta verrebbe giustificata da un numero quotidiano di morti “che non scendono ed anzi, stanno aumentando”. Walter Ricciardi sottolinea come le vittime ammontino a 36mila nella prima fase ed a 25mila nella seconda. Con l’andazzo attuale, a marzo ce ne saranno ulteriori 40mila.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Vaccinazione obbligatoria, la prospetta Sileri: “Ci penseremo in un caso”

Per tamponare questa situazione si pensa ad un lockdown totale per tutta la durata delle festività natalizie. “Ogni assembramento vuol dire contagio, la circolazione del virus è talmente potente da portare a questo”. Il vaccino Covid sbarcherà in Europa dal 29 dicembre prossimo, giorno in cui tutti gli Stati membri dovranno fornire la loro autorizzazione per la messa in commercio del siero. E ci saranno delle difficoltà iniziali nella distribuzione, perché questo prodotto (il vaccino Pfizer) richiede una conservazione a -75° con relativa catena del freddo.