Mingo, ex inviato di Striscia la notizia condannato insieme alla moglie

Guai per Mingo De Pasquale, ex inviato di Striscia la notizia condannato insieme alla moglie: cosa è successo.

(screenshot video)

Per diverso tempo, circa due anni, avrebbe prodotto falsi servizi televisivi, spacciandoli per scoop. Questi sarebbero stati poi mandati in onda nel programma di Canale 5 “Striscia la notizia”, la cui redazione di lui di fidava. Perché lui era un inviato di punta, Domenico De Pasquale, da tutti conosciuto semplicemente come Mingo.

Leggi anche: Che fine ha fatto Osvaldo, ex attaccante di Roma e Juventus?

L’uomo oggi è stato condannato a 1 anno e 2 mesi dal Tribunale di Bari, insieme alla moglie Corinna Martino. Diverse erano le accuse nei suoi confronti: si andava dalla truffa alla diffamazione nei confronti dei produttori del programma. Da quello che si apprende, Mingo e la moglie utilizzavano attori per confezionare servizi.

Leggi anche: Daniela Rosati: che fine ha fatto l’ex moglie di Galliani

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Le accuse a Mingo di Striscia la Notizia

Il tutto veniva poi fatto passare per giornalismo di inchiesta. Gli attori venivano pagati da Mingo e dalla moglie per fingersi cittadini. Quando poi il meccanismo era emerso, l’ex inviato di Striscia la Notizia aveva dichiarato che i falsi scoop erano stati commissionati dalla produzione. Per tale ragione, oltre che per la truffa è finito sotto accusa anche per diffamazione. Invece, sua moglie è stata condannata per truffa e falso.

Corinna Martino, secondo le accuse oggi confermate dalla sentenza, avrebbe denunciato lo smarrimento della patente e delle carte di credito. Queste invece sarebbero state in realtà utilizzate per noleggiare un’auto comparsa in uno dei servizi falsi confezionati dal marito. I loro legali si battevano per l’assoluzione, sostenendo: “Siamo certi che le ipotesi accusatorie saranno smentite nel corso del dibattimento”. Mediaset era parte civile nel processo.