Domenico Arcuri furioso per gli assembramenti da shopping: “Insopportabili”

Ospite da Fabio Fazio a “Che Tempo Che Fa”, il commissario per l’emergenza Covid Domenico Arcuri si è scagliato contro gli assembramenti per lo shopping.

Domenico Arcuri, commissario per l’emergenza, è stato ospite di Fabio Fazio a “Che tempo che fa” per discutere sulla situazione sanitaria in italia, soprattutto sulle recenti polemiche per gli assembramenti creatisi nei centri delle principali città italiane per lo shopping natalizio.

Domenico Arcuri da Fazio contro lo shopping

Le misure messe in campo hanno l’obiettivo di evitare che si ripeta quanto è successo questa estate. I siti sono pieni dei centri con insopportabili assembramenti di persone, dobbiamo stare attenti, perchè quanto successo questa estate non accada più. Non fateci più vedere foto come quelle di oggi: dobbiamo evitare tutti che la terza ondata abbia luogo. Sarebbe complicato iniziare la campagna delle vaccinazioni con un nuovo inasprimento della curva epidemica” queste le parole del commissario Domenico Arcuri, preoccupato per la possibilità di una terza ondata di Coronavirus in italia. I palesi assembramenti nei centri di MilanoRomaNapoli e in tutte le città italiane principali stanno spaventando virologi ed esperti a livello nazionale.

Leggi anche–> Assembramenti in metro, Salvini: “Chiudono luoghi sicuri, ma continuano a fare ammassare gente”

Domenico Arcuri ha inoltre invitato tutti a non abbassare la guardia, per scongiurare la temuta terza onda e, in caso, affrontarla al meglio. Fabio Fazio ha tentato di strappare al commissario per l’emergenza una dichiarazione sul Cashback. In particolare, persiste il dubbio che il Cashback stia incentivando gli italiani a riversarsi nelle strade per lo shopping, creando così assembramenti.

Leggi anche–> Miozzo avvisa: “Assembramenti per shopping di Natale, arrivano sanzioni pesanti”

Sulla questione, Arcuri non si è pronunciato, ma ha dichiarato: “Le misure messe finora in campo sono state nel segno del buonsenso e dell’equilibrio, lo saranno anche le prossime. Da 17 giorni abbiamo un contenimento crescente della curva dei contagi ma questo rallentamento non è roboante, è sensibile ma non ancora soddisfacente.

arcuri