Alba Parietti, il gravissimo incidente: incastrata tra le lamiere

La vita privata di Alba Parietti è stata segnata da diversi eventi traumatici. Tra questi un terribile incidente stradale che per poco non le costò la vita. 

Era l’ormai lontano 4 novembre 2004 quando Alba Parietti rischiò di morire in un gravissimo incidente stradale. Ma a lei, se ci ripensa, sembra ancora ieri. Stava percorrendo l’Autostrade del Sole, vicino a Modena, con l’allora compagno Giuseppe Lanza di Scalea, quando la loro vettura finì sotto un camion. “Siamo vivi per miracolo”, disse all’epoca la Parietti. Vediamo cosa accadde esattamente.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!

Un’esperienza da dimenticare per Alba Parietti

Alba Parietti ha deciso di parlare pubblicamente dell’accaduto dopo aver ricevuto un messaggio da uno degli uomini che le salvò la vita. “Sono uno dei soccorritori intervenuto nell’incidente che la vide protagonista sull’autostrada. Passati tanti anni e non essendoci più il segreto sull’intervento, volevo dirle che avrei piacere di incontrarla”. E così la Nostra ha risposto, raccontando per filo e per segno quella traumatica esperienza.

“Era la notte del 4 novembre 2004 – ha ricordato Alba Parietti – autostrada Milano-Bologna. Finii sotto due tir che si erano scontrati. I soccorritori, come il signore che scrive, ci misero molte ore a estrarre i nostri corpi (il mio in particolare) incastrati sotto le lamiere, c’era gasolio sparso ovunque, io con perdita di coscienza per un politrauma cranico. Tagliarono le lamiere con enormi tenaglie non usarono fiamma ossidrica perché rischiavamo di saltare tutti per aria, restarono vicino a noi, nonostante il pericolo molte persone affettuose ci prestarono soccorso”.

Leggi anche –> Alba Parietti, muore il suo più grande amore: la dedica strappalacrime

Leggi anche –> Alba Parietti commenta l’amore di Zorzi per il figlio, interviene Luxuria

Leggi anche –> Alba Parietti fa una confessione drammatica a Verissimo

In quel terribile incidente rimase coinvolta anche la mamma di Christian Vieri: “Anche lei si mise accucciata sotto il tir e mi parlò per ore, perché non perdessi conoscenza – ha spiegato Alba Parietti -. Ricordo le luci accecanti delle auto ferme in autostrada, l’odore di lamiere e sangue e le voci di persone che mi parlavano e mi rassicuravano. Ricordo che da lì ho capito che ero nata per la seconda volta e ogni giorno sarebbe stato una festa, un regalo, un dono immenso della vita”.

EDS