Revenge porn, vittima della amante un ex calciatore del Sassuolo

Un caso di revenge porn con stavolta vittima un uomo: si tratta di un ex calciatore del Sassuolo, ricattato dalla sua amante sudamericana.

revenge porn calciatore Sassuolo
Un calciatore ai tempi in forza al Sassuolo vittima di revenge porn Foto dal web

Ancora un caso di revenge porn, anche se stavolta i connotati della vicenda sono del tutto inediti rispetto a quanto siamo abituati a vedere. Di solito c’è una donna a finire al centro di una vendetta da parte di un ex dal dente avvelenato. Questa volta però le cose sono andate in maniera del tutto diversa.

Leggi anche –> Revengeporn, calciatore e figlia di un allenatore indagati a Brescia

La parte lesa è un uomo, e per la precisione un calciatore. In merito alla sua identità è trapelato solamente un dettaglio. E cioè che si tratta di un giocatore che fino all’anno scorso ha militato con il Sassuolo in Serie A, per poi cambiare maglia. Ad avere provato ad incastrarlo sarebbe una ragazza di 25 anni originaria del Sud America. Nei suoi confronti c’è da rispondere di alcuni reati proprio in materia di revenge porn, con la diffusione di foto e filmati a luci rosse che la ritraevano con il calciatore.

Leggi anche –> RevengePorn, maestra vittima dell’ex licenziata: il post di Marchisio FOTO

Revenge porn, i fatti risalgono a metà 2019: la ragazza ora è irreperibile

Questa è l’accusa che le viene mossa. I fatti non sarebbero recenti e risalirebbero ad un anno e mezzo fa. L’atleta in questione sarebbe già legato ad un’altra donna, non si sa se con matrimonio o meno, ed avrebbe anche dei figli. La ragazza autrice di questo tranello da revenge porn avrebbe ripreso uno dei suoi incontri mostrando poi il tutto a parenti ed amici stretti del giocatore.

Se vuoi conoscere tutte le notizie in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Telegram: chi sono i vip vittime di Revenge Porn – VIDEO

Lei risiede all’estero ma in uno dei suoi viaggi in Italia ha ricevuto un avviso di denuncia. Ora non risulta rintracciabile, motivo per il quale la sessione prevista al Tribunale di Modena per la giornata del 10 dicembre per l’udienza preliminare a suo carico non si è svolta.