Festa vietata, studenti stranieri fuggono all’arrivo della polizia

I poliziotti giungono interrompendo una festa vietata, sfiorano l’esilarante i tentativi dei ragazzi stranieri coinvolti di darsi alla fuga.

festa vietata Verona
Studenti stranieri cercano di scappare durante una festa vietata quando arriva la polizia Foto dal web

Ancora una volta giunge una notizia che riguarda una festa vietata in casa, in aperta violazione del Dpcm comunicato dal Governo. Questa volta succede a Verona, dove diversi studenti, tutti originari della Spagna e presenti in Italia nell’ambito del programma di scambio universitario ‘Erasmus’, hanno organizzato un party a base di musica ed alcolici.

Leggi anche –> Bollettino 10 dicembre: salgono i casi, quasi 900 morti

Ma una segnalazione ha fatto si che la polizia prendesse notizia di dove si stesse svolgendo il meeting proibito e che ha trasgredito tutte le norme di sicurezza in materia di contrasto alla pandemia. La Questura della città scaligera è intervenuta notificando svariate multe a tutti i partecipanti della festa vietata. In totale l’importo delle ammende comminate raggiunge i 6mila euro. La vicenda risale alla serata di mercoledì 9 dicembre 2020. La centrale operativa della Questura di Verona ha raccolto la segnalazione da parte di alcuni vicini di casa, nel quartiere Veronetta.

Leggi anche –> Festa di compleanno, arrivano torta e pure i carabinieri: multa da 5200 €

Festa vietata, alcuni ragazzi cercano di fuggire: beccati

Non ci è voluto molto ai poliziotti nell’individuare il luogo dove stava avvenendo la festa. Il rumore aveva raggiunto una quantità notevole di decibel. E tre giovani hanno anche tentato di scappare dall’appartamento pieno di festaioli, una volta capito che in giro c’era la polizia. Ma la fuga è risultata inutile, così come vano è risultato pure il sotterfugio del nascondersi in bagno da parte di altri studenti.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Festa in casa, alcolici e musica alta in piena pandemia: 5280 euro di multa

In totale i ragazzi che avevano dato luogo all’assembramento vietato, senza usare né le mascherine né rispettando il distanziamento sociale, sono 15. Con una multa di 400 euro a testa, il computo totale della sanzione ammonta a 6mila euro, per palese violazione delle normative anti pandemia. Negli ultimi giorni si sono moltiplicate situazioni simili.