Moriva l’8 dicembre 1980 John Lennon: chi l’ha ucciso e perché è stato assassinato

Una vicenda davvero incredibile quella dell’assassinio di John Lennon, che fu ucciso l’8 dicembre 1980: cosa successe quella sera?

John Lennon
John Lennon (Getty Images)

Una delle leggende della musica di sempre fu ucciso l’8 dicembre 1980. John Lennon perse così la vita a causa di un omicidio con quattro proiettili alle spalle da parte di un suo fan squilibrato, Mark David Chapman. L’episodio terribile avvenne nell’ingresso del Dakota Building, della sua residenza a New York City. Dopo una seduta di registrazione al Record Plant Studio, il celebre musicista stava tornando a casa con la moglie Yōko Ono. Così dopo esser stato gravemente ferito, venne dichiarato morto dopo al Roosevelt Hospital a causa delle sue ferite. Incredibilmente il pazzo assassino non andò via subito, ma fu intento a leggere ‘Il giovane Holden’.

Leggi anche –> John Lennon: una mostra di dipinti. Un altro lato dell’artista

Leggi anche –> John Lennon | come è diventato il suo assassino oggi | FOTO

Moriva l’8 dicembre 1980 John Lennon, i motivi

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Così in poco tempo la notizia della scomparsa dell’ex Beatle si diffuse rapidamente e così, a poco a poco, tanti fans arrivarono all’Ospedale e davanti la sua casa. Il suo corpo è stata cremato due giorni dopo la morte, al Ferncliff Cemetery di Hartsdale (New York). Lo stesso fans Chapman venne condannato tra 20 anni e l’ergastolo: non è mai uscito così anche la libertà vigilata gli è stata negata. Inoltre, per quanto riguarda la sua scomparsa ci sono state tante ricostruzioni con alcuni ipotesi di complotto visto che si pensava ci fosse anche la Cia dietro l’omicidio. Proprio per le sue idee di sinistra e contro la guerra del Vietnam, si era anche ipotizzato come l’Fbi spiasse Lennon e la moglie.

John Lennon