Daniele Rizzi muore di Covid, medico amato da tutti: le parole della figlia

Daniele Rizzi, 64 anni, è morto di Coronavirus a Milano. Grande volontario in Africa, lavorava come medico di famiglia.

Si chiamava Daniele Rizzi il medico di famiglia milanese morto per Covid-19 all’ospedale Sacco di Milano. L’uomo, non il primo medico a restare vittima del terribile virus, aveva 64 anni e combatteva contro una forma particolarmente grave della malattia da settimane. Ricoverato in terapia intensiva, purtroppo non ce l’ha fatta.

Addio a Daniele Rizzi

Daniele Rizzi lavorava come medico di base a Cornaredo, comune del capoluogo lombardo, e allo stesso tempo svolgeva attività di volontariato in Africa. Era infatti fondatore e consigliere della “Golfini rossi”, un’associazione senza scopo di lucro che lavora in Tanzania.

Potrebbe interessarti leggere anche —> Femminicidio a Grosseto, uomo uccide la moglie 32enne

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI!

Ad annunciare la morte di Daniele è stata la figlia, che ha ringraziato amici e parenti tramite un post pubblicato sul profilo Facebook del padre. “Sono la figlia di Daniele, volevo comunicare alla sua rete di amici qui su Facebook che purtroppo mio papà ci ha lasciati questo pomeriggio, aveva contratto in forma molto grave il virus Covid-19”, ha scritto. “Ringrazio a nome mio e della mia famiglia per l’enorme sostegno che ci è stato dato da tutti voi in queste ultime settimane difficili. La vita  è imprevedibile e a volte ingiusta, la perdita di papà ci lascia un vuoto incolmabile, ma ci resterà per sempre il ricordo del grande papà, marito e uomo e medico che è stato, certe che la sua immensa bontà abbia lasciato un segno indelebile in tutte le persone che hanno fatto parte del suo cammino”.