Badante uccisa, svolta dopo mesi: “È stato il figlio respinto di una anziana”

Arrestato un uomo sospettato dell’omicidio di una badante uccisa. I carabinieri giungono a lui dopo diversi mesi di indagine.

badante uccisa salerno
Svolta sulle indagini relative ad una badante uccisa a Salerno Foto dal web

Si è scoperto chi è il responsabile di una badante uccisa alla vigilia del lockdown della primavera 2020. Il delitto era avvenuto nella piccola località campana di Altavilla Silentina, in provincia di Salerno. Ad assassinare la 43enne Snejana Bunaclea, originaria della Moldavia, sarebbe stato il figlio dell’anziana che la stessa badante uccisa aveva il compito di accudire.

Leggi anche –> Suicidio a Roma, noto imprenditore si butta nel Tevere – FOTO

Lei viveva con la donna e con il figlio e gli inquirenti l’avevano trovata priva di vita all’interno della vasca da bagno. Sulle prime si era pensato ad un malore. Ma ora, dopo la raccolta di ulteriori indizi in oltre 9 mesi di indagini, gli inquirenti ritengono fortemente che sia l’uomo ad avere compiuto il delitto. E per motivazioni passionali. Il sospettato aveva anche dichiarato alle autorità che la straniera era affetta da alcune problematiche di salute. Cosa che però non corrisponderebbe al vero. Tale affermazioni sarebbero giunte soltanto per costruirsi un alibi e convincere chi investigava del fatto che il decesso fosse da attribuire ad una improvvisa fatalità.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Badante uccisa, lei uccisa per gelosia

Adesso però questo individuo si trova in carcere, come disposto dalla Procura di Salerno. Lui avrebbe ucciso la badante perché lei non aveva assecondato ai suoi approcci amorosi. Per di più aveva anche iniziato a frequentare un altro uomo. Tutto ciò ha fatto scaturire un raptus di folle gelosia sfociato nel femminicidio. L’assassinio della sfortunata moldava sarebbe avvenuto per affogamento, mentre quest’ultima era intenta a prendersi cura del proprio corpo. Dopo avere commesso l’orribile fatto, avrebbe poi provato ad inquinare la scena del crimine per allertare infine le forze dell’ordine ed i soccorritori medici del 118.

Leggi anche –> Bambini uccisi, pompieri scoprono i corpi decapitati dopo fuga di gas