Wrestling, addio a Pat Patterson: morta un’altra leggenda

Un nuovo grave lutto colpisce il mondo del Wrestling, addio a Pat Patterson: morta un’altra leggenda della disciplina.

(screenshot video)

La leggenda della WWE Pat Patterson è morta all’età di 79 anni. L’ex wrestler canadese ha perso la vita a causa del cancro in un ospedale in Florida. Patterson è ampiamente considerato come una delle menti più creative che il mondo del wrestling professionale abbia mai conosciuto.

Leggi anche –> Wrestling: Rick Bognar morto improvvisamente a 49 anni

Il primo campione intercontinentale della WWE (poi WWF), dopo la fine della sua carrieram è passato da talento sul ring a organizzatore di eventi nei primi anni ’80, aiutando Vince McMahon a costruire il suo impero nel mondo del wrestling. Patterson faceva parte della piccola cerchia ristretta di McMahon, ed è stato accreditato da molti come il suo braccio destro.

Leggi anche –> Lutto nel mondo del Wrestling: morta di cancro Beckie Mullen

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Chi era Pat Patterson, ultima leggenda del wrestling

È stato anche l’innovatore della Royal Rumble, una battaglia reale al contrario in cui i partecipanti entrano in partita ogni 60-120 secondi. Fu uno degli eventi più innovativi del wrestling a fine anni Ottanta ed ebbe un successo davvero incredibile. Inoltre, è stato il primo a far cadere un dogma di questa disciplina. È stato per molti anni una delle poche figure apertamente gay nel wrestling professionistico. Il suo compagno da circa 40 anni Louie Dondero è morto di infarto nel 1998. I due facevano coppia fissa dagli anni Sessanta.

Insieme a Ray Stevens ha formato i Blond Bombers. Sono stati due volte vincitori del NWA World Tag Team Championship, che li ha portati a viaggiare negli Stati Uniti e in Giappone dove Patterson ha lottato con il leggendario Antonio Inoki. Nato a Montreal ha guadagnato notorietà sullo schermo a partire dalla mezza età. Il figlio di Vince McMahon – Shane – è stato tra i primi a rendere omaggio all’ex Blond Bomber, dicendo: “Non posso esprimere quanto mi sento distrutto in questo momento per la perdita di Pat Patterson. Un vero membro della mia famiglia, mentore e caro amico”.