Vaccino Pfizer, Burioni: “Ufficiale, due categorie non potranno usarlo”

Da Roberto Burioni giunge l’anticipazione riguardo al Vaccino Pfizer Biontech in merito al divieto di utilizzo per due precise categorie.

vaccino Pfizer Biontech Burioni
Su Twitter il professor Burioni anticipa due aspetti del vaccino Pfizer Biontech Foto dal web

Il professor Roberto Burioni, attraverso il suo profilo ufficiale Twitter, introduce due aspetti molto importanti che riguardano il vaccino Pfizer Biontech. Il noto luminare scientifico, che per quanto riguarda la pandemia in corso da mesi in Italia ha sempre consigliato comportamenti volti alla prudenza ed al rispetto delle regole, riporta quanto segue.

Leggi anche –> Dpcm Natale, novità dal 20 dicembre: l’annuncio dalla Gruber

Dalla autorizzazione fornita dal Regno Unito alla diffusione del vaccino Pfizer Biontech, emergono due punti specifici. Il primo è che non è omologato per essere sottoposto a ragazzi al di sotto dei 16 anni di età. Inoltre non è indicato neppure per donne in stato di gravidanza o che hanno partorito da poco e sono impegnate con l’allattamento dei propri bambini. La vaccinazione di massa dovrebbe diventare realtà entro il prossimo mese di giugno in molte parti del mondo. Ed in essa vengono riposte molte speranze affinché il virus possa essere debellato.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Bollettino 2 dicembre: 20mila nuovi casi, ma scendono i positivi

Virus Pfizer, solo uno dei diversi progetti in corso

Oltre al progetto in fase di messa a punto dalla statunitense Pfizer e dalla tedesca Biontech, ci sono anche altri vaccini molto prossimi a raggiungere le fasi conclusive della loro realizzazione. Ad altri sieri efficaci contro il virus e la pandemia globale sono quelli di AstraZeneca con la collaborazione degli studiosi dell’Università di Oxford, in Inghilterra. Poi il vaccino Johnson & Johnson, ed ancora quello della azienda di biofarmaceutica statunitense Moderna. Gli stessi Stati Uniti saranno il primo Paese al mondo a dotarsi di un ritrovato anti virus. Si parlava proprio di dicembre come di periodo di iniziale distribuzione a parte della popolazione.

Leggi anche –> Vaccino, Pfizer chiede all’Europa un’autorizzazione d’emergenza