Maradona allontanava i dottori? Morto senza assistenza, poteva essere salvato

Diego Maradona è morto da solo. Con più assistenza medica si sarebbe potuto salvare, ma lui allontanava tutti.

La Polizia scientifica di Buenos Aires continua le analisi del corpo e degli organi di Diego Maradona, che a quanto pare presentano diverse anomalie. Secondo quanto detto da RaiNews24, era lo stesso Maradona a rifiutare le cure necessarie al suo recupero, non assumendole. Dopo l’operazione al cervello l’ex calciatore non è stato più lo stesso. Il suo avvocato ha lanciato nelle ultime ore una pesante accusa rivolta ai due medici curanti che hanno vissuto con Diego gli ultimi giorni della sua vita.

Potrebbe interessarti leggere anche –> Valeria Sabalain, chi è l’amante di Maradona madre della figlia Jana

Diego Maradona è morto da solo

L’avvocato di Diego Maradona sospetta che i due medici avessero deciso in comune accordo di non curare il calciatore. “Non hanno ceduto al potere di Diego”, ha detto, “ma a quello di un uomo alcolizzato e dipendente”. I dottori, secondo l’avvocato, avrebbero dovuto trattare Maradona come un paziente mentalmente instabile, senza assecondare tutte le lamentele e richieste. L’infermiera ha contrastato le accuse dicendo di aver ricevuto il divieto di avvicinarsi al malato, che negli ultimi giorni di vita ha voluto isolarsi completamente da amici e parenti. Per questo motivo non avrebbe potuto fornire l’assistenza necessaria 24 ore su 24.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI!

La morte di Diego sarebbe stata diversa se lui avesse permesso ai medici di assisterlo nella maniera adeguata? Tutta l’Argentina continua le indagini sulla morte della star del calcio, ma le dinamiche ancora non sono chiare.