Gianni Versace, chi era il grande stilista e perché è stato ucciso

Conosciamo meglio la storia di Gianni Versace, fondatore della casa di moda, che è stato ucciso a Miami Beach nel 1997: tutta la vicenda

Gianni Versace

Gianni Versace nasce a Reggio Calabria il 2 dicembre 1946. Fin da ragazzino si avvicina al mondo della moda visto che ha lavorato nell’atelier della madre, che è stata una sarta come professione. All’età di 25 anni, senza portare a termini i suoi studi al liceo classico, vola a Milano per lavorare come disegnatore d’abiti, creando le prime collezioni per Genny Complice e Callaghan. Successivamente è autore della prima collezione di abiti in pelle per Complice. Nel 1976 nasce la sua griffe insieme al fratello Santo e la sorella Donatella. L’intesa tra i fratelli è perfetta come da bambini: così dopo che Gianni morì è stato proprio Donatella a succedergli con al fianco sempre l’altro fratello Santo. La sua passione più grande è stata anche quella per il teatro collaborando con il Teatro alla Scala come costumista per opere liriche e balletti.

Leggi anche –> Santo Versace, chi è: età, carriera, vita privata dell’imprenditore

Leggi anche –> Nadège, chi è la modella: carriera e curiosità sulla musa di Versace

Gianni Versace, il mistero della sua morte

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Lo stesso Versace viene assassinato il 15 luglio 1997 con due colpi di pistola davanti agli scalini della sua abitazione Miami Beach: all’Ospedale Jackson Memorial Hospital di Miami viene dichiarato morto. All’inizio per la sua uccisione è stato accusato un tossicodipendente, Andrew Cunanan, che si dedicava alla prostituzione omosessuale, che aveva già assassinato alcune persone in passato ed era ricercato dalla polizia. Quest’ultimo viene trovato morto dopo pochi giorni, a sua volta, su una casa galleggiante nella baia. Quando morì Gianni Versace aveva soltanto 50 anni ed era benvoluto da tutti. Molto amato dalle modelle e amico di personaggi illustri come Elton John, lady Diana e Sting.

Gianni Versace