Ambra Angiolini, la verità sul rapporto a 15 anni con Boncompagni

Ambra Angiolini ha rivelato la verità sul rapporto con Gianni Boncompagni, conosciuto quando aveva soli 15 anni grazie alla programma Non è la Rai.

Quando Gianni Boncompagni all’inizio degli anni ’90 lanciò il nuovo programma “Non è la Rai“, scelse Ambra Angiolini per la conduzione, preferendola a Paolo Bonolis. Tra i due c’è sempre stato un legame invisibile, segnato da un paio di auricolari, che fecero la storia della televisione italiana.

Negli studi del Palatino di Roma nacque il mito dell’auricolare, quando Gianni Boncompagni scelse per la conduzione una quindicenne Ambra Angiolini, creando la prima conduzione a distanza della televisione. In molti ipotizzarono che il genio televisivo “radiocomandasse” la ragazza, in realtà come lui stesso dichiarò: “Tutti credevano che io suggerissi le battute, invece le dicevo delle cose tremende, irriferibili e lei doveva far finta di nulla“. Del regista scomparso nel 2017, la Angiolini ha sempre avuto un ottimo ricordo: “È stato pazzesco rendermi conto di come mi sia sentita guidata da un signore che non c’è più, ma che mi ha insegnato a farmi forza delle difficoltà: tutte le sue lezioni sono tornate a galla“.

LEGGI ANCHE -> Ambra Angiolini, la figlia Jolanda a 17 anni è la sua fotocopia

Ambra Angiolini racconta Boncompagni

Ambra Angiolini, in seguito alla conduzione dell’edizione del 2020 del Concertone del Primo Maggio, ha detto che Gianni Boncompagni ancora la guida passo passo:  “Grazie a Boncompagni le difficoltà non mi hanno spaventata. A 15 anni non ho scelto niente, ma qui ho condiviso ogni cosa e abbiamo lasciato i capricci a prima della quarantena”

LEGGI ANCHE -> Ambra Angiolini, chi è l’ex Lorenzo Quaglia: il primo amore dopo Renga

LEGGI ANCHE -> Ambra Angiolini, il dramma: “Mi deformava, la prima volta a 15 anni”

Con lui, come con tutti gli uomini della mia vita, ho avuto un rapporto abbastanza enigmatico“, ha raccontato la Angiolini. “Gli ho sempre dato del Lei, avevo paura di parlarci perché non sapevo mai cosa dire: mi sentivo sempre stupida. Poco prima che se ne andasse, ci siamo visti un po’ di volte e mi ha detto delle cose che non mi avrebbe mai detto. Mi sono presa un regalo immenso da quell’incontro“, ha detto commossa Ambra parlando di Boncompagni.