L’Eredità, il campione Massimo Cannoletta: “Eliminato in dieci minuti”

Il campione de L’Eredità, Massimo Cannoletta, ha spiazzato tutti con la sua dichiarazione. Scopriamo la sua opinione sul programma. 

L’Eredità attira da sempre un grande pubblico. Il game show di Rai Uno è prodotto in collaborazione con Banijay Italia e vede come padrone di casa Flavio Insinna. L’uomo è riuscito subito a conquistare il pubblico grazie alla sua grande simpatia.

Anche Massimo Cannoletta è riuscito a entrare nel cuore degli italiani. Questo è il campione de L’Eredità da diverse settimane e si è messo in luce grazie alle sue brillanti capacità. In un’intervista al settimanale Tv Sorrisi e Canzoni si è lasciato andare in qualche dichiarazione sul programma. Vediamo cosa ha detto.

Leggi anche -> L’Eredità: Massimo Cannoletta campione, vincite record per lui

L’Eredità, Massimo Cannoletta chiarisce la sua situazione nel programma

Il campione ha ammesso senza problemi di aver già partecipato al programma targato Rai. Sfortunatamente, nel 2005 la sua esperienza è stata decisamente breve. “Sono stato eliminato in meno di 10 minuti con una domanda secca. Mi è rimasto il desiderio di sedermi al tavolo della ghigliottina. La scorsa estate ho scoperto che era possibile partecipare di nuovo perciò mi sono iscritto”, così Cannoletta parla del suo ritorno al programma. Queste parole mostrano la sua volontà di rivincita che sembra proprio essersi realizzata.

Leggi anche -> L’Eredità: Massimo Cannoletta campione, vincite record per lui

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI 

Durante i vari episodi, molti sono stati affascinati dal suo modo di rispondere alle domande. Il campione ha intrigato molti spettatori e la cosa sembra essere apprezzata anche dagli stessi autori. “Chi segue il programma ha una curiosità di fondo, perciò ritengo sia interessante poter argomentare le risposte quando si ha la possibilità di farlo”, ha spiegato Cannoletta.

L’uomo ha anche tenuto a specificare che gli autori non lo hanno mai limitato, ma si sono mostrati molto disponibili. “Il programma è come una famiglia“, così conclude le sue dichiarazioni sulla sua esperienza a L’Eredità.