Violenza sulle donne, la Del Santo e la Rettore raccontano gli abusi

Lody Del Santo e Donatella Rettore svelano i terribili episodi che hanno vissuto sulla loro pelle in occasione della Giornata contro la violenza sulle donne.

Lory Del Santo violenza sulle donne
Lory Del Santo e Donatella Rettore parlano dei loro casi di violenza sulle donne Foto dal web

In occasione della Giornata contro la violenza sulle donne, il programma di Rai 1 ‘Storie Italiane’ ha voluto dedicare un ampio spazio a tale, importante tematica. Ospiti in studio di Eleonora Daniele diverse celebrità che purtroppo hanno avuto a che fare con delle brutte esperienze a livello personale.

Leggi anche –> Come fare la spesa in modo sexy, tutorial imbarazzante a Detto Fatto

Si sono alternate, davanti alle telecamere della trasmissione, le varie Lory Del Santo, Enrica Bonaccorti e Donatella Rettore. Proprio la Del Santo ha svelato quanto vissuto quando aveva all’incirca 20 anni ma non solo. Anche in tempi relativamente più vicini ai giorni d’oggi la nota attrice ed oggi opinionista televisiva ha raccontato di molestie subite da un insospettabile. Si trattava di un suo amico molto stretto. Quest’uomo la costrinse a stare chiusa in una stanza urlandole contro e stringendola per i polsi. Poi la minacciò anche con un coltello. Il tutto avvenne in seguito ad uno dei tanti incontri di cortesia avuti insieme. “Fu una esperienza che mi sconvolse del tutto”, ha detto la 62enne di Povegliano Veronese.

Se vuoi conoscere tutte le notizie in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Femminicidio, due vittime nella giornata contro la violenza sulle donne

Violenza sulle donne, Lory Del Santo e Donatella Rettore vittime di gravi episodi

Ed anche la Rettore ha aggiunto dei particolari che riguardano invece la sua, di esperienza. In questa situazione, sempre strettamente attinente alla Giornata contro la violenza sulle donne, la cantante fa sapere che tutto ebbe luogo quando lei era minorenne. Aveva 15 anni quando, sul finire degli anni ’60, un giovane che sembrava di poco maggiorenne la afferrò per i capelli provando a sottometterla per abusare di lei. Lui la aggredì all’uscita da una palestra. “A quei tempi mi allenavo a pallacanestro. Questo ragazzo aveva l’aria di un individuo perfettamente normale, quasi buono. Mai fidarsi delle apparenze”.

Leggi anche –> Anziano molesta bambina, baciata e palpeggiata durante la messa

Gestione cookie