Coronavirus 12 novembre: quasi 38mila nuovi contagi

Non si ferma il contagio da Coronavirus in Italia, i dati di oggi 12 novembre: quasi 38mila nuovi contagi, 636 morti.

(ALBERTO PIZZOLI/AFP via Getty Images)

Nuovo record di casi di contagio (e di tamponi) nelle ultime 24 ore in Italia: sono infatti 37.978 i nuovi contagi a fronte di 234mila tamponi effettuati. Si contano inoltre altri 636 morti. Il numero di nuovi contagi è il più alto dopo i 39.809 registrati il 7 novembre scorso. Sono inoltre 2.500 in più rispetto al dato fatto registrare la settimana scorsa.

Leggi anche -> Nuovo lockdown | no del Governo ‘Non reggeremmo’

Sono 636 i decessi nelle ultime 24 ore, come dicevamo, ovvero più di quelli di ieri, che avevano fatto registrare il dato più alto da sette mesi a questa parte. Sebbene con 10mila tamponi in meno, risale di molto il dato della Lombardia: 9.291 nuovi contagi e 187 morti, 18 sono i ricoveri in più in terapia intensiva.

Leggi anche -> Coronavirus, Ricciardi: “Il Lockdown? Non è stato ancora scongiurato”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Il dato del contagio da Coronavirus del 12 novembre

(MIGUEL MEDINA/AFP via Getty Images)

L’unico dato che ‘conforta’ è una lieve frenata dei ricoveri in terapia intensiva, che sono oggi “solo” 89 in più rispetto a ieri. Solo nelle Marche e in Basilicata il numero di ricoveri più gravi è stabile, scendono di una unità in Molise e Valle d’Aosta, salgono meno lentamente rispetto ai giorni scorsi nelle altre Regioni. In tutto sono oggi 3.170 i ricoveri per Covid-19 nei reparti di terapia intensiva. Oltre 600mila affetti da Coronavirus sui 635mila attualmente positivi sono in isolamento domiciliare.

Il numero di pazienti che hanno contratto ufficialmente il Coronavirus dall’inizio dell’emergenza in Italia supera il milione e sono 1.066.401, dei quali quasi 400mila sono quelli testati con attività di screening. 11 milioni di persone in totale sono state testate in questi mesi in Italia, ovvero circa un quinto della popolazione residente nel nostro Paese. Una risalita pericolosa di casi viene segnalata non solo in Lombardia, ma anche in Piemonte e Campania, dove i nuovi positivi superano quota 4mila, nel primo caso in maniera netta.