Arrestata infermiera: ha ucciso 8 bambini e provato ad ucciderne altri 6

L’infermiera killer dell’Ospedale di Chester, è stata arrestata un’altra volta per l’omicidio di otto bambini e il tentato omicidio di altri sei.

infermiera

Lucy Letby, questo il nome dell’infermiera killer arrestata una terza volta perché sospettata dell’omicidio di otto bambini e il tentato omicidio di altri sei, tutti nel reparto neonatale dell’Ospedale di Chester. La donna era già stata arrestata nel 2018 e nel 2019.

Le indagini sull’infermiera killer dal 2017

Le Forze dell’Ordine di Chester, nel Cheshire (Regno Unito), hanno iniziato ad indagare intorno al 2015-2016 per la sospetta scomparsa di circa 15 bambini, tutti deceduti nel reparto neonatale dell’Ospedale di Chester. L’indagine si è poi allargata a 17 neonati morti e 16 collassi non fatali.

Leggi anche–> Infermiera killer | 28enne prendeva di mira neonati prematuri

La polizia ben presto inizia a pensare alla pista dell’omicidio e del tentato omicidio, per quei 16 neonati che si sono salvati in extremis. La prima persona indagata è stata proprio Lucy Letby, un’infermiera che lavora precisamente al reparto neonatale e che avrebbe avuto quindi il tempo e la possibilità di perpetrare i terribili omicidi.

Leggi anche–> Infermiere killer | uccide lo zio ricoverato con eccesso di sedativi

Lucy, che aveva iniziato a lavorare con i neonati nel 2011 dopo un periodo di tirocinio, viene arrestata per la prima volta nel 2018 perché sospettata di essere responsabile della morte dei bambini. In attesa di accertamenti, tuttavia, l’infemiera era stata poi rilasciata.

Un anno dopo, nel 2019, è arrivato il secondo arresto: omicidio plurimo e tentato omicidio. Alle vittime si sono aggiunti altri tre bambini in più rispetto al 2018. Ad oggi, Lucy è stata nuovamente indagata e fermata dalla polizia di Chester per gli omicidi ed è attualmente in custodia cautelare e sembra essere propensa ad aiutare gli agenti nelle indagini.

Leggi anche–> Infermiera killer, confermata la pesante condanna: uccise genitori e marito

L’Ispettore Capo della polizia di Chester, Paul Hughes ha dichiarato: “Data la natura di questa investigazione, che è estremamente delicata, è importante ricordare che, nonostante sia passato tanto tempo, le indagini sono attive e in corso. Non ci sono scadenze ma siamo convinti di portare a termine l’investigazione”.