Gigi Proietti, Nadia Rinaldi cresciuta con lui: “Come un padre”

Il dramma della morte del grande Gigi Proietti, Nadia Rinaldi cresciuta con lui, racconta: “Fu come un padre”.

(Stefania M. D’Alessandro/Getty Images)

Il mondo dello spettacolo italiano piange oggi la morte di Gigi Proietti. Il grande attore romano è scomparso nella notte, lasciando un ricordo indelebile in quanti in questi anni lo hanno amato. Tra loro ci sono anche tanti attori che da lui vennero scoperti e lanciati. Come Nadia Rinaldi, attrice romana classe 1967.

Leggi anche: Lino Guanciale e il ricordo di Gigi Proietti: “E’ stato il primo a credere in me”

La donna deve molto all’attore scomparso, con il quale ha frequentato il Laboratorio di esercitazioni sceniche da lui diretto. In queste ore, non ha fatto mancare la sua presenza fuori dall’ospedale romano in cui l’attore è deceduto. L’attrice ha ricordato in più occasioni nel corso della giornata, visibilmente commossa, quale fosse il loro rapporto.

Leggi anche: Sagitta Alter, moglie di Gigi Proietti racconta: “Non ci fu mai il matrimonio”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Il rapporto profondo tra Nadia Rinaldi e Gigi Proietti

Oggi avrebbero dovuto festeggiare gli 80 anni dell’attore, in compagnia di molti altri amici, ma il repentino precipitare delle condizioni di salute di Gigi Proietti, che sarebbe stato colpito da un infarto, ha trasformato la festa in un lutto. L’attore scommise su Nadia Rinaldi, facendola esordire a teatro: era il 1988 e lo spettacolo era Liolà, a cui seguì due anni dopo Il desiderio preso per la coda. In anni più recenti, l’attrice tornò a recitare diretta dal suo maestro in Per amore e per delitto.

Attrice apprezzatissima agli esordi nei primi anni Novanta e quindi protagonista di tante commedie di successo, Nadia Rinaldi non vide mai il suo destino incrociarsi con quello di Gigi Proietti sul grande schermo. Lo stesso avvenne nella fiction televisiva, ma tra i due attori rimase comunque una profondissima amicizia. Tanto che fu lui ad accompagnarla all’altare il giorno delle nozze, dopo la morte del padre dell’attrice. Oggi lei piange il suo maestro, colui che l’ha scoperta e lanciata e quella scuola ricca di emozioni e di insegnamento che Gigi Proietti aveva contribuito a far crescere nel corso di tanti anni, coltivando la passione per il teatro sua e dei suoi allievi.