Passeggiate nella natura Toscana: itinerari e trekking

Natura mozzafiato in Toscana: itinerari, dove andare i trekking da fare per ammirare luoghi bellissimi fra mare e collina.

Torrente Elsa Toscana
Un trekking sul torrente Elsa in Toscana

Culla del Rinascimento e terra natìa dei grandi geni italiani, la Toscana non smette mai di stupire. Questa regione che ha dato i natali ai più grandi Geni dell’arte, dell’ingegneria e della letteratura offre anche una natura rigogliosa e bellissima. Un trekking in Toscana significa passeggiare fra verdi colline, ammirare panorami spettacolari fra borghi e città d’arte fino ad arrivare fino al mare.

Leggi anche -> Trekking d’autunno: i luoghi più belli dove andare

Un viaggio alla scoperta della natura in Toscana vi porterà a vedere terme, torrenti, colline e mare. Quattro itinerari per ammirare le tante facce di questa regione. Trekking da poter compiere in ogni stagione dell’anno, ma la primavera e l’ autunno sono il periodo migliore.

La Toscana d’altronde è sempre un’ottima soluzione. Andiamo a scoprire le meraviglie della natura della regione più illuminata d’Italia.

La natura in Toscana: itinerari e percorsi trekking

Toscana è sinonimo di Dante, Leonardo, Michelangelo e… natura! Non è un caso che i più grandi siano nati qui, a stretto contatto con la natura e le bellezze che l’universo ci offre. Parchi naturalistici, panorami mozzafiato, sorgenti e cascate.

In Toscana ci passano molti dei cammini italiani più famosi tra cui la  Via degli Dei, il percorso che dall’Emilia Romagna arriva fino a Firenze attraversando l’Appennino Tosco Emiliano. Altro Cammino famoso che passa in Toscana è quello di San Francesco.

E per stare in mezzo alla natura, ammirandola da un’altra prospettiva potete concedervi un itinerario nel Chianti per assaggiare il vino dei suoi celebri vigneti.

Ma ora è tempo di andare nella Natura. Ecco i percorsi e i trekking più belli da fare in Toscana.

  • Sentierelsa: parco e torrente
  • Percorso geotermico: le Biancane
  • Bosco delle fate: il percorso di San Francesco d’Assisi
  • Cala da Moresca: trekking vista mare

Sentierelsa: parco e torrente

sentiero Elsa
Trekking lungo il torrente Elsa

In provincia di Siena sorge il torrente Elsa, un’incantevole distesa d’acqua protetta, oggi, da un verdeggiante Parco: il Parco dell’Alta Val d’Elsa. Il Parco è stato modellato per dare luce a SentierElsa, un percorso di circa 4 chilometri in cui è possibile immergersi nella flora e nella fauna e rimanere abbagliati dall’incanto di questo luogo fatato.

Il sentiero nasce a Gracciano. Attraverserete e ammirerete ponti, opere di ingegneria idraulica, vasche di acqua dal valore inestimabile fino ad arrivare al lago Diborrato che, profondo e tenebroso, è il risultato di Elsa quando si tuffa da una cascata di 15 metri.

Percorso geotermico: le Biancane

parco biancane
Il Parco delle Biancane un luogo incredibile in Toscana

A Monterotondo Marittimo, in provincia di Grosseto, si può passeggiare, ammirando lo spettacolare fenomeno del calore della terra. E’ una zona straordinaria dove si può camminare e osservare i vapori bianchi, le macchie biancastre che segnano il terreno e il fango in ebollizione. Il comune di Monterotondo e Enel hanno valorizzato questo patrimonio più unico che raro e hanno creato un percorso ad hoc per turisti e geologhi.

Il Parco delle Biancane è aperto tutti i giorni e vi è l’infopoint all’interno del museo Mubia (aperto venerdi, sabato e domenica). Sul sito ufficiale  sono presenti gli itinerari per esploratori esperti e per turisti.

Nelle vicinanze in provincia di Grosseto si trovano le spettacolari e famose terme di Saturnia. Un luogo da favola dove immergersi per recuperare le forze dopo una giornata di cammino.

Bosco delle fate: il percorso di San Francesco d’Assisi

la verna
Il percorso per arrivare al Santuario de La Verna

A pochi chilometri da Arezzo, sorge a 1128 metri d’altezza, il santuario francescano della Verna. Meta gettonata dai pellegrini e dagli esploratori in cerca di avventura. Suggeriamo di raggiungere il santuario a piedi. Passeggerete nel verde e percorrerete gli stessi sentieri che percorreva San Francesco. Qui infatti passano alcuni percorsi del Cammino di San Francesco

Il percorso è di quasi 6 chilometri. Si consiglia di parcheggiare l’auto al Santuario e dirigersi verso il sentiero CAI 53, seguendo il 50, 56 e infine di nuovo il 53. E’ un percorso di trekking abbastanza impegnativo.

Cala di Moresca: trekking vista mare

Golfo di Baratti
Trekking fino al Golfo di Baratti

Dal Promontorio di Piombino al Golfo di Baratti, attraversando Populonia, Città Etrusca. Un percorso trekking impegnativo, ma alla portata di tutti. Si raccomandano le scarpette adatte!

Arrivate a Piombino e guardatevi intorno. La città è un piccolo gioiello da cui potrete ammirare meravigliosi panorami.

Recatevi a Salivioli e raggiungete Cala di Moresca, camminerete per due chilometri sino a Spiaggia Lunga. Qui il paesaggio è tipico della macchia mediterranea. Raggiungete Fosso San Quirico e Buca delle Fate. Il sentiero vi porterà a Populonia dove potrete visitare la Necropoli e l’Acropoli. Terminate il percorso escursionistico a Golfo di Baratti.

Se amate camminare vista mare ci sono numerosi percorsi e cammini lungo il mare in Italia. D’altronde abbiamo oltre 7mila chilometri di coste e un mare spettacolare.

A cura di Chiara Scrimieri