Milano, l’arcivescovo Mario Delpini è positivo al Covid-19

Tra i tanti contagiati di queste ultime ore a Milano, c’è pure l’arcivescovo della diocesi meneghina Mario Delpini.

L’arcivescovo di Milano Mario Delpini mentre prega

La Lombardia è ancora una volta la regione maggiormente colpita dalla pandemia di Coronavirus. In questa seconda ondata, però, il numero maggiore di contagi lo si riscontra nella città di Milano. La situazione degli ospedali comincia ad essere critica e già in queste ore si parla della possibilità che almeno il capoluogo lombardo venga messo in lockdown. I dati di ieri (30 ottobre), non sono incoraggianti. In base al report pubblicato dalla regione sono stati 8.960 i nuovi positivi, 3.979 dei quali solo nell’area metropolitana di Milano. Il numero si abbassa se si considera solo Milano città, ma è comunque alto (1.607).

Leggi anche ->Coronavirus Spagna: il paese potrebbe presto tornare in lockdown

Tornano oggi in mente le immagini della precedente ondata. Immagini iconiche come Bocelli che canta al Duomo durante il giorno di Pasqua, o quella dell’Arcivescovo Mario Delpini che prega dinnanzi alla Madonnina per chiedere un’intercessione e fare cessare contagi e morti. Immagini intense di un Paese in lockdown e spaventato che oggi si trova nuovamente in una situazione di grande incertezza.

Leggi anche ->Covid, Bassetti positivo: “Si guarisce prima, possiamo assistere più persone”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Positivo l’arcivescovo di Milano Mario Delpini

Nelle scorse ore è giunta l’ufficialità della positività al tampone dell’arcivescovo Mario Delpini. Ad aver comunicato la notizia alla stampa è stata proprio l’Arcidiocesi con un comunicato in cui si legge: “L’Arcivescovo – che non presenta alcuna sintomatologia – ha dunque iniziato il periodo di quarantena previsto dai protocolli. Contestualmente sono stati avviati gli accertamenti previsti per il tracciamento e le verifiche dei contatti”.

Per fortuna, dunque, Monsignor Delpini non presenta una sintomatologia preoccupante, ma come giusto che sia sta osservando l’isolamento in attesa che giunga il tampone negativo. Nel frattempo verrà sostituito dai vicari: “Nelle principali celebrazioni che dovevano essere da lui presiedute nei prossimi giorni, l’Arcivescovo sarà sostituito dai suoi Vicari. Gli altri appuntamenti pubblici previsti in agenda per il periodo di quarantena sono invece rinviati”.