Roberta Ragusa, parla la figlia Alessia Logli: “Non posso più rimanere lì”

La parola è in mano ad Alessia Logli, figlia di Roberta Ragusa e Antonio Logli. Scopriamo insieme le sue dichiarazioni.

La figlia di Roberta Ragusa e Antonio Logli, Alessia Logli, si è lasciata andare in un’intervista per il magazine Oggi. La ragazza ha raccontato la sua situazione attuale, dopo tutto quello che è accaduto. Riprendersi dalla tragedia non dev’essere stato facile, ed anche la condanna del padre a 20 anni di carcere a Massa per l’omicidio di Roberta dev’essere stato un duro colpo da incassare. Nonostante ciò, Alessia si è raccontata, ed ha difeso la figura e l’innocenza di Antonio.

Leggi anche->Roberta Ragusa, l’amante di Logli attacca: “Sono una vittima”

“Ho capito che devo contare solo su me stessa.” ha raccontato la ragazza. “Non posso più rimanere dove sono”. Proprio così, in seguito alla tragedia la figlia di Logli si è rimboccata le maniche e data molto da fare. Attualmente studia e lavora duramente come modella. “Sono iscritta a Economia a Pisa, ma starò con il mio fidanzato Kian a Milano. Lui lavorerà per case di moda e io per un’agenzia di modelle”.

Leggi anche->Roberta Ragusa, Alessia Logli: “Spero sia viva. Felice che papà si sposi”

Una volta toccato il tasto della moda, Alessia si è lasciata andare ad un piccolo sfogo. “Vorrei chiarire una cosa: sfilate e studi fotografici non sono il miraggio di una ragazzina in cerca di successo. Sono gli appigli a cui mi aggrappo per rendermi indipendente“. Esatto, la figlia di Roberta Ragusa sta stringendo i denti per emanciparsi completamente dalla sua famiglia, e poter camminare sulle proprie gambe, senza l’aiuto di nessuno.

Leggi anche->Sara Calzolaio, l’amante di Logli: “Volevo bene a Roberta Ragusa”

L’ha dunque dichiarato chiaro e tondo Alessia: ha bisogno di essere indipendente. Proprio per questo sta lavorando sodo per raggiungere i suoi obiettivi, nonostante tutto quello che sia successo alla sua famiglia.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Alessia Logli parla della condanna del padre in seguito all’omicidio di Roberta Ragusa

Durante l’intervista è stato toccato anche l’argomento della condanna di Antonio. Alessia crede fermamente nell’innocenza del padre, e non ha esitato a ribadirlo e a far valere le proprie ragioni. “Mentre babbo taceva, i media lavoravano sulla sua immagine. Il sorriso beffardo, lo sguardo gelido, l’espressione tirata e altre sciocchezze. Una oggi, una domani, nel pubblico s’è formata un’idea di colpevolezza“. La ragazza ha continuato: “Hanno fatto bene a guardare in casa nostra”. Poi ha concluso: “Ma dovevano farlo anche in altre direzioni, far vedere che non si fermavano sulla loro idea iniziale. Invece hanno lavorato solo su quella e alla fine lo hanno messo dentro senza una prova“.