Covid, nuova ordinanza in Lombardia: coprifuoco e didattica a distanza

La Regione Lombardia ha emesso una nuova ordinanza con la quale si adegua al dpcm e conferma coprifuoco e didattica a distanza.

Già prima che il governo pubblicasse il dpcm con le misure restrittive anti covid, la Lombardia aveva intrapreso una serie di limitazioni atte a contenere la diffusione del contagio nella propria regione. In queste ore il Governatore Fontana ha firmato una nuova ordinanza con la quale vengono implementate le misure nazionali con quelle già stabilite a livello regionale.

Leggi anche ->Mamma positiva al covid organizza una festa: morta una nonna

Di fatto, dunque, la grossa novità contenuta nell’ordinanza riguarda la chiusura di ristoranti, bar, pizzerie, locali e pub alle ore 18.00. Una misura che si aggiunge al divieto di circolazione dalle 23 alle 5 (il coprifuoco) con il quale si stabilisce che i cittadini lombardi non possono muoversi durante le ore notturne se non per necessità conclamate, ovvero ragioni di salute e di lavoro. Viene confermata anche un’altra misura anti assembramento già prevista dalla precedente ordinanza: la chiusura dei centri commerciali durante il fine settimana. Sia i grossi esercizi commerciali che i negozi di vendita al dettaglio dovranno rimanere chiusi sabato e domenica. La misura ovviamente non coinvolge supermercati, farmacie e negozi di generi alimentari.

Leggi anche ->Coronavirus, sfiorati 20mila contagi: 5mila nella sola Lombardia

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Lombardia, nuova ordinanza: confermata la didattica a distanza per i licei

Le misure maggiormente restrittive rispetto alle disposizioni nazionali sono state adottate in Lombardia in considerazione del maggior numero di contagi registrati nella regione rispetto alle altre. Solo ieri sono stati registrati 5.000 nuovi casi e l’obiettivo dell’amministrazione regionale è quello di evitare una situazione come quella vissuta in primavera. In considerazione di ciò è da leggere anche la decisione di imporre la didattica a distanza per gli studenti del liceo. Gli studenti più grandi, insomma, riprenderanno a seguire le lezioni da casa per il momento. Tutte le misure stabilite da questa ordinanza saranno valide fino al prossimo 13 novembre.