Omicidio Gianna Del Gaudio, ultime notizie: processo al via

Al via il processo per l’omicidio Gianna Del Gaudio, avvenuto nell’agosto 2016, ultime notizie: oggi il giorno di Antonio Tizzani.

Gianna Del Gaudio

Al via il processo per la morte di Gianna Del Gaudio, l’insegnante di Seriate, nel bergamasco, uccisa con un taglio alla gola nella notte fra il 26 e il 27 agosto 2016. Nel corso di queste ultime settimane, si è delineata la situazione, con le gravi e pesanti accuse nei confronti del marito della donna.

Leggi anche: Omicidio Del Gaudio, Antonio Tizzani verrà processato per l’assassinio della moglie

Antonio Tizzani è infatti l’unico imputato in questo processo. Lo ha deciso il gup del Tribunale di Bergamo, Lucia Graziosi. Il rinvio a giudizio è arrivato oltre un anno fa, ma nelle scorse ore nuovi elementi sono emersi. Di fatto, si può mettere in evidenza una sorta di confessione da parte dell’uomo.

Leggi anche: Gianna Del Gaudio: il marito Antonio Tizzani a processo per omicidio

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Le accuse ad Antonio Tizzani, marito di Gianna Del Gaudio: cosa è accaduto

gianna del gaudio

Ci sono innanzitutto diversi elementi raccolti nel corso del tempo, tra questi la testimonianza di un vicino di casa, il quale ha sentito un violento litigio la sera dell’omicidio, versione confermata da due ragazze che in quel momento si trovavano in un parcheggio vicino la casa della coppia. Ci sono poi i figli della coppia e la nuora, che confermano come i rapporti tra moglie e marito fossero tutt’altro che idilliaci. Antonio Tizzani ha invece sostenuto la tesi dell’omicidio compiuto da uno sconosciuto.

Nei giorni scorsi, sono emerse anche delle intercettazioni ambientali, raccolte dai carabinieri nell’auto dell’uomo accusato dell’omicidio della moglie. Antonio Tizzani parla da solo e si rivolge alla moglie, secondo l’accusa: “Scusami per quello che ti ho fatto”. Siamo nel novembre 2016, tre mesi dopo la morte della donna. Qualche tempo dopo, altre due intercettazioni. “Ho ucciso un angelo”, dice il vedovo e poi ancora: “Ho ammazzato mia moglie”. Per gli inquirenti non sono frasi casuali: si tratterebbe di una vera e propria confessione dell’uomo, che probabilmente immaginava di essere intercettato.

Le parole di Antonio Tizzani in Aula

Oggi in Aula al processo per la morte di Gianna Del Gaudio era proprio il giorno di Antonio Tizzani, il presunto assassino. “Sono rimasto dieci minuti seduto in giardino prima di chiamare i soccorsi, a chiedermi perché proprio a lei”, le sue parole in aula. L’uomo continua a sostenere anche oggi la tesi dell’estraneo: “Ho visto un uomo con una felpa grigio scuro e le mani abbronzate dietro il tavolo che, accovacciato, stava frugando nella borsa di mia moglie. Gli ho urlato chi fosse e lui è scappato dall’altra uscita”.

Alle intercettazioni ambientali che gli vengono lette in Aula, ha replicato: “Mi facevo domande su quello che dicevano di me. Sono stato io, come sostengono loro, gli inquirenti? Impossibile”. Antonio Tizzani nega anche di essere un marito violento, anche se afferma in maniera contraddittoria: “Sì, c’era qualche screzio, ma per questioni normali. E le davo alcune sberla in faccia sì, ma mai in modo violento. Non ne sono capace. Eravamo fidanzati dal 16 agosto 1969, quando lei aveva 16 anni e io 21”.

Omicidio Del Gaudio, Antonio Tizzani a processo ?