Coronavirus Italia: 22mila positivi e oltre 200 morti in 24 ore

Record di positivi nelle ultime 24 ore in Italia, con oltre 200 morti: i dati del Coronavirus di oggi 27 ottobre.

(ALBERTO PIZZOLI/AFP via Getty Images)

Emergenza Coronavirus ancora lontana dalla soluzione anche in Italia, come praticamente in gran parte del mondo occidentale. Anche oggi i dati del contagio che arrivano dal nostro Paese sono tutt’altro che rassicuranti e anzi segnano un deciso aumento. Su 174.398 tamponi effettuati, infatti, ci sono 21.994 nuovi casi.

Leggi anche: Coronavirus, casi meno gravi rispetto a inizio emergenza

Si tratta del record assoluto dall’inizio dell’epidemia e il contagio totale sale a 564.778. Parliamo di persone che sono state trovate positive al virus coi tamponi, ma il dato di chi ha contratto il Coronavirus in questi mesi in Italia dovrebbe essere ben più alto. Infatti, nei primi mesi di emergenza, i numeri non erano puntuali e precisi come quelli odierni.

Leggi anche: Coronavirus, appello di Ricciardi: “Lockdown per Napoli e Milano”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Emergenza Coronavirus: 22mila positivi in Italia, ecco dove

(MIGUEL MEDINA/AFP via Getty Images)

Gli attualmente positivi sono ora 255.090, mentre oggi si contano anche 221 decessi, oltre mille ricoveri in più e 127 di questi sono in terapia intensiva. Un dato che dovrebbe far riflettere e la speranza di molti è che il semi lockdown avviato nei giorni scorsi possa essere utile a limitare i danni. La situazione più grave anche oggi è quella della Lombardia, con quasi 30 pazienti in più nelle terapie intensive, 5.035 nuovi contagi, 58 morti. Boom di casi in Campania: oggi sono 2.761 in più, si tratta del numero più alto dall’inizio della seconda ondata.

Oltre 800 casi in più rispetto a ieri si registrano in Piemonte, altra Regione duramente colpita dalla seconda ondata, ma i casi rispetto a ieri sono aumentati praticamente ovunque. Diverse le Regioni che sono a quattro cifre, oltre a Lombardia, Campania e Piemonte. Si registrano infatti 1.413 casi in Emilia-Romagna, 1.526 in Veneto, 1.993 nel Lazio, 1.823 in Toscana e 1.127 in Liguria. Uniche Regioni che restano sotto i cento casi giornalieri sono Basilicata, Molise e Valle d’Aosta.