Coronavirus, scene folli al Just Cavalli di Milano: balli e niente mascherine

Clienti ammassati senza mascherine e balli senza distanziamento: è lo “spettacolo” offerto alla festa al Just Cavalli di Milano contro la chiusura dei locali per Covid. 

“No alla chiusura”: questo il tema della festa organizzata domenica scorsa al Just Cavalli, noto locale milanese, contro la chiusura, appunto, dei locali per Covid. Se l’intento era quello di provocare e stupire (in negativo), l’iniziativa è decisamente riuscita: foto alla mano, i partecipanti all’evento si sono ammassati senza mascherine e hanno ballato senza distanziamento, noncuranti del rischio contagio.

Leggi anche –> Coronavirus, nuovo studio: “Ecco cosa succede al cuore degli atleti”

Leggi anche –> Coronavirus: identificate 5 varianti in Italia, cosa significa

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

La protesta al Just Cavalli contro la stretta anti-Coronavirus

Il party al Just Cavalli con nani e camerieri mascherati ha visto la partecipazione di centinaia di persone hanno partecipato a un brunch durato fino a tarda sera e pubblicizzato sui social del locale con l’esplicito messaggio contro le nuove rigide misure anti-Covid.

Ironia della sorte, la festa è iniziata proprio mentre in tv il presidente del Consiglio Giuseppe Conte annunciava in diretta nazionale le regole del nuovo Dpcm che impone la chiusura delle discoteche a causa dell’altissimo numero di contagi registrati negli ultimi giorni in tutta Italia, ma soprattutto a Milano e in Lombardia.

Il party del celeberrimo locale milanese si aggiunge al coro dei titolari e gestori di bar, ristoranti e club contrari alla chiusura e alle limitazioni degli orari sempre per il Covid-19: una folta categoria già duramente colpita dalla crisi economica post-lockdown e che ora pretende indennizzi immediati dal Governo per l’ennesimo sacrificio imposto alla loro attività.

Leggi anche –> Coronavirus Italia | il drammatico messaggio di una infermiera | FOTO

Leggi anche –> Coronavirus, il Dpcm non servirà a nulla: l’attacco dell’immunologa Viola 

EDS