Muore a 7 anni, con gli organi donati salva tre vite: la storia di Patryk

Patryk è morto all’età di 7 anni, ma con i suoi organi donati è riuscito a salvare la vita di altri tre bambini. La commovente storia di Patryk Milner.

Gli organi di Patryk Milner, un bambino morto dopo essersi improvvisamente ammalato a scuola, hanno aiutato a salvare la vita di altri tre bambini. Patryk è stato trasportato in aereo dalla sua scuola di Sandbach al Leighton Hospital di Crew, e poi all’Alder Hey Children’s Hospital di Liverpool, dopo essersi improvvisamente ammalato il 1 ottobre, ma nonostante gli sforzi dei medici per lui non c’è stato nulla da fare. I genitori di Patryk, Andy e Aggie, hanno deciso di donare gli organi del figlio per cercare di dare agli altri bambini il dono della vita. Il bambino aveva appena sette anni ed era un grande appassionato di rugby.

Potrebbe interessarti leggere anche –> Giovane influencer muore di Coronavirus, era convinto fosse tutta una bufala

La storia di Patryk Milner, con i suoi organi ha salvato la vita di tre bambini

Il padre ha poi confermato che tre bambini hanno beneficiato della donazione degli organi del figlio: “Patryk sarà sempre il nostro super eroe, i suoi organi hanno già fatto il dono della vita a tre bambini. Il dolore sarà sempre con noi, è come un oceano in questo momento”. Patryck era una figura ben nota nella comunità di Sandbach e un membro popolare del Sandbach Rugby Club per gli under 8. E’ stato descritto come un “ragazzo sportivo, bello e sano” che non solo amava il rugby, ma anche il rollerblade, il golf, il karate e il nuoto. Rob Mayor, ex presidente della Sandbach RUFC e amico intimo della famiglia Milner, ha detto: “Patryk aveva sempre il sorriso sulle labbra, un ragazzino sfacciato che sapeva il nome di tutti e tutti conoscevano il suo. Era un filo conduttore. La sua bevanda preferita era il Vimto. Il sabato e la domenica erano i giorni preferiti di Patryk al club, e spesso andava in giro con la sua bicicletta per la clubhouse e chiedeva ai giocatori più anziani di giocare con lui. La sua squadra preferita era la Sale Sharks e amava interagire con l’ex giocatore del RUFC di Sandbach, Will Cliff, che visitava regolarmente il club. Tutti sentiranno la sua mancanza”.

Se vuoi conoscere tutte le notizie in tempo reale CLICCA QUI!