Giuseppe Conte, l’annuncio: “A dicembre prime dosi del vaccino”

Il premier Giuseppe Conte ha annunciato l’arrivo delle prime dosi di vaccino in Italia: saranno disponibili già da dicembre 2020, ecco cosa ha detto.

A Palazzo Chigi il premier Giuseppe Conte ha firmato un Decreto che introduce in Italia nuove misure di sicurezza e prevenzione anti-Covid. Il presidente del Consiglio ha spiegato i motivi che hanno portato il governo a tale decisione: “Il governo si è dato un obiettivo chiaro: vogliamo tenere sotto controllo la curva epidemiologica. Solo così riusciremo a gestire la pandemia e non rimarremo sopraffatti […] Gli ultimi dati epidemiologici che abbiamo analizzato non ci possono lasciare indifferenti. […] Dobbiamo fare il possibile per proteggere salute ed economia e scongiurare un secondo lockdown generalizzato”. Conte ha finalmente parlato anche dell’arrivo del vaccino nel nostro paese: “Se a novembre rispettiamo le regole, il Natale sarà più sereno e a Dicembre avremo anche le prime dosi del vaccino contro il Covid”.

Potrebbe interessarti leggere anche –> Coronavirus: Conte firma nuovo DPCM, in vigore da lunedì | Ecco cosa cambia

Giuseppe Conte, il nuovo Decreto porta anche indennizzi per le categorie colpite

A proposito del nuovo Decreto, valido dal 26 ottobre al 24 novembre, il premier ha spiegato di aver volutamente evitato di usare il termine “coprifuoco”. Ha detto anche: “Mi rendo conto dei sacrifici che chiediamo a tante categorie, […] sono già pronti indennizzi per quanti sono penalizzati dalle nuove norme”. I ristori “arriveranno direttamente sul conto corrente dei diretti interessati con bonifico bancario dell’Agenzia delle Entrate”. Dalla drastica decisione non sono state escluse le opinioni delle Regioni. Il presidente ha spiegato: Con le Regioni c’è stato un lungo confronto. […] Ci siamo ritrovati con proposte diverse su chiusure bar e ristoranti. Ma fino a qui, abbiamo lasciato alle Regioni la possibilità di adottare ordinanze, abbiamo perseguito strategie con misure restrittive in aree critiche. Ma i dati che stiamo esaminando dimostrano che la pandemia sta correndo in modo uniforme”. Poi ha concluso: “Arriveranno nuovi contributi a fondo perduto. Ci sarà un credito d’imposta per gli affitti commerciali per i mesi di ottobre e novembre. Verrà cancellata la seconda rata Imu dovuta entro il 16 dicembre”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!