Wuhan oggi | l’italiana Ilham | ‘Ristoranti aperti e niente mascherine’ VIDEO

Ilham Mounssif, italiana di origini marocchine che vive in Cina, mostra come si vive in tutta felicità a Wuhan oggi. Immagini da non credere.

Wuhan oggi ristoranti
Serenità e zero mascherine a Wuhan oggi Foto dal web

Lei è Ilham Mounssif ed è una ragazza italiana originaria del Marocco che si trova da diverso tempo nei pressi di Wuhan. Lei ha 25 anni, è cresciuta in Sardegna e si è laureata nel 2017 cominciando una fervida attività da ambasciatrice culturale. Già da febbraio del 2020 Ilham era lì in Cina ed aveva descritto l’esperienza vissuta in prima persona nei luoghi dove è scaturita la pandemia da Coronavirus.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus e rapporti, Pregliasco: “In questo momento astenetevi”

Si era ritrovata ad essere sola e senza passaporto, e di questa vicenda ne aveva parlato lei stessa alla trasmissione ‘Piazza Pulita’ condotta da Corrado Formigli su La7, in un collegamento via Skype. Ora Ilham Mounssif ha realizzato un video, a così tanti mesi di distanza. Nelle prime ore di venerdì 23 ottobre 2020 la ragazza ha pubblicato una clip girata da lei stessa che mostra come a Wuhan adesso la situazione è perfettamente normale. Come se non fosse accaduto niente nel corso dei questo martoriato 2020. Vi faccio notare la serenità che si vive a Wuhan”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Coprifuoco alle 21 in tutta Italia: l’alternativa è il lockdown nazionale

Wuhan oggi, la città è tornata alla normalità: “Ristoranti aperti e niente mascherine”

Il report continua. “Si passeggia senza mascherine ed anche se è quasi l’una di notte, i locali sono quasi pieni. Aperti fino a tardi, con la gente che mangia anche per strada. Quasi nessuno indossa la mascherina e si vive in maniera assolutamente tranquilla”. E ci sono anche altri negozi, come le sale giochi, aperte in tutta normalità. Lei stessa definisce Wuhan come “la meta turistica più ambita dalle vacanze cinesi”.

LEGGI ANCHE –> Covid, Gimbe: “Raddoppiati i contagi e i decessi, saltato il sistema di tracciamento”