Uccide la figlia | mamma massacra bimba di 3 anni a martellate

Una donna impugna un martello ed uccide la figlia piccola, poi cerca di compiere una ulteriore tragedia. A scoprire tutto è il marito.

uccide la figlia
Madre uccide la figlia a colpi di martello Foto dal web

Una donna uccide la figlia di soli 3 anni, e lo fa in maniera orribile. Questa madre di famiglia, alle prese con pesanti problemi legati allo stato depressivo che l’aveva colpita da tempo, ha preso a martellate la propria bambina. Le forze dell’ordine hanno accertato che lei ha agito sotto l’effetto di numerosi antidepressivi ingeriti poco prima. E dopo che uccide la figlia, questa giovane mamma tenta anche il suicidio.

LEGGI ANCHE –> Condanna per una madre | tentò di uccidere i figli per l’assicurazione

Adesso è ricoverata in condizioni estremamente gravi in ospedale, con gli agenti di polizia che ora la stanno piantonando non perdendola mai d’occhio. Per la bimba non c’è stato niente da fare. Questa tragedia è successa nella città di Kirovgrad, in Russia, ed è stato il papà della bambina uccisa e marito della madre infanticida ad essersi accorto di tutto. L’uomo ha trovato la figlioletta immersa nel suo stesso sangue, con il cranio fracassato ed il martello utilizzato per ferirla a morte proprio accanto. In casa c’era pure la donna, moribonda a causa dell’assunzione degli psicofarmaci avvenuta in quantità eccessiva. I poliziotti sono intervenuti immediatamente assieme ad una ambulanza. Il personale medico ha provveduto a trasportare subito la donna in ospedale, per un ricovero in codice rosso.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Cerca di uccidere i figli asfissiandoli con il monossido di carbonio, loro la perdonano

Uccide la figlia, poi tenta il suicidio: ora è piantonata in ospedale

Una volta giunti sul posto, i dottori hanno praticato un esame tossicologico che ha posto in evidenza la massiccia quantità di farmaci antidepressivi all’interno dell’organismo di Natalia Petunina. È questo il nome della mamma che ha massacrato la propria figlioletta. E nonostante ora versi in condizioni molto gravi in un letto di ospedale, lei rischia una incriminazione per omicidio. Da valutare il grado. Come attenuante può esserci il fatto che abbia agito in condizioni di scarsa lucidità mentale. Invece la giovanissima età (al di sotto dei 6 anni, n.d.r.) e lo stretto grado di parentela della vittima potrebbero essere delle pesanti aggravanti per Natalia. Il minimo che rischia è, a questo punto, una condanna a 20 anni di carcere.

LEGGI ANCHE –> Cadavere murato | donna fece uccidere uomo che la lasciò